la diva bottiglia
13 Luglio Lug 2019 0600 13 luglio 2019

Rosé per tutti i gusti: ecco i 5 migliori d’Italia, secondo noi

Stanno diventando davvero di moda, ma quali sono quelli più buoni? Abbiamo stilato una piccola, umile lista dei migliori rosé in circolazione. Tutti buoni e da provare almeno una volta. Ma occhio a non alzare troppo il gomito

Vino_Linkiesta
Photo by Rebecca Matthews on Unsplash

​È tempo di rosati. Non solo perché fa caldo e i vini rosa sono ideali per accompagnare le afose ma piacevoli serate estive. Ma anche perché, finalmente, il rosato cresce nella considerazione dei consumatori. In Italia molti pensano ancora che il rosato sia una via di mezzo tra il bianco e il rosso, senza senso né identità. Niente di più sbagliato. Il rosa è un colore splendido che si associa a prodotti straordinari. Lo sanno bene in Francia - dove la Provenza produce da sola quanto tutta l’Italia –, in Germania e negli Stati Uniti: i paesi dove i vini rosa sono apprezzatissimi. L’Italia, in verità, ha una bellissima tradizione regionale di vini rosa che andrebbe meglio valorizzata: dai chiaretti della zona del Lago di Garda, ai cerasuoli d’Abruzzo, ai rosati del Salento e della Calabria. Negli ultimi anni, poi, ciascuna cantina ha capito la necessità di avere almeno un rosato nella propria batteria di etichette. Da qui il progressivo successo di kermesse dedicate ai vini rosa come il Bererosa che a Roma ha celebrato nei giorni scorsi la sua sesta edizione. Sulla scia di questa nuova tendenza suggeriamo qui cinque esemplari di vini rosa italiani, tra i migliori che oggi offre il nostro mercato.

Franciacorta DOCG Brut Rosé di Ferghettina

Dalle selezioni di Pinot Nero provenienti da diversi appezzamenti, uno spumante che si distingue per l’eleganza e la profondità offerta dal vitigno. Questo vino - la cui permanenza sui lieviti non è mai inferiore a 36 mesi – ha un colore buccia di cipolla e un perlage fine e persistente. Al naso esprime leggere note di crosta di pane che virano su sentori di piccola frutta rossa. In bocca è fine, deciso, lungo, di buona struttura e caratterizzato da una grande freschezza. Tracce di mora e di lampone ne delineano la chiusura, di ottima persistenza. Ottimo anche come aperitivo, il Rosé della cantina Ferghettina si abbina a primi piatti, anche a base di pasta ripiena. Da provare su una pizza marinara.

Quella fondata da Roberto Gatti è oggi una delle più importanti realtà della Franciacorta (Lombardia). Nel corso degli ultimi venti anni si è affermata grazie a una gamma di spumanti in continua crescita qualitativa, sempre caratterizzati da un grande equilibrio gustativo.

Spumante Millesimato Riserva D’Antan Brut Rosè di La Scolca

Dal lungo invecchiamento in bottiglia - circa 10 anni - a contatto con lieviti autoctoni selezionati, si ottiene un vino che non sembra trovare limiti di età e che migliora nel tempo. Un vino raro, pensato per intenditori, realizzato con uve Cortese e Pinot Nero nell’ambito del teritorio di produzione del Gavi (Piemonte).

Il colore è rosa pallido, la spuma spuma fine, morbida e abbondante. Caratterizzato da sorprendente freschezza offre aromi di miele, spezie, frutta secca unite a note di pasticceria e un lontano ricordo di cioccolato bianco. In bocca è pieno, mostra una bella stoffa vellutata e continua, affinata dalla lunga permanenza sui lieviti. Finale con gradevole sentore di mandorla e con sentori di frutta candita. Ideale come aperitivo e per pranzi importanti “a tutto pasto”, molto indicato per il dopo pranzo e da “meditazione”.

Nell’azienda La Scolca, ispirata dallo scrittore Mario Soldati, si respira il soffio potente della storia del vino.

Mea Rosa di Lunae Bosoni

Storica azienda ligure, la Cantina Lunae si trova a Ortonovo in provincia di La Spezia, in un territorio unico, quello dei Colli di Luni che unisce la Liguria alla Toscana più settentrionale. Ci troviamo nel cuore della Lunigiana: il miglior esempio della filosofia della cantina è il Colli di Luni Vermentino DOC “Etichetta nera”, un vino pluripremiato che affina in acciaio per lasciare intatte le caratteristiche organolettiche del vitigno.

Il Mea Rosa è un rosato semplice e immediato, ma al tempo stesso capace di stupire per una certa profondità. Realizzato dalla vinificazione in bianco di uve di Vermentino nero, si presenta con un colore rosa acceso e al naso esprime belle note di frutta rossa fresca e leggeri sentori speziati. In bocca è morbido, fresco, piacevolmente fruttato e molto fine. Discretamente aromatico, chiude con un finale caratterizzato da una piacevole scia sapida.

Ottimo come aperitivo, si abbina a insalate e piatti vegetariani in generale.

Girofle di Garofano

Il rosato Girofle nasce da uve Negroamaro in purezza. La cantina Garofano fa della passione e della tradizione famigliare i suoi cardini. Siamo a Copertino, nel cuore del Salento: qui i Garofano sono impegnati a valorizzare i vitigni autoctoni, conciliando il rispetto della tradizione con un approccio moderno, sia nella vinificazione che nella comunicazione.

Girofle – parola francese che significa, appunto, Garofano – non è soltanto l’emblema della produzione della cantina ma è un campione rappresentativo dell’enologia locale in cui il rosato da Negroamaro la fa da padrone. Il vino propone un aroma penetrante, caldo e ricco, con un sapore pungente e amaro, una spezia di grande carattere e personalità. Il profumo ricorda note di fiori, di frutti rossi e di melograno. In bocca è fresco, leggero e piacevole.

Ampie occasioni di abbinamento: tartare di pesce, antipasti di pesce affumicato, zuppa di pesce col pomodoro, risotto ai frutti di mare, pasta al pesce col pomodoro.

Aka dei Produttori di Manduria

Aka è un vino rosato Doc ottenuto da uve 100 per cento Primitivo di Manduria. Il nome di questa etichetta prodotta dal consorzio Produttori Vini Manduria, ricorda il prezioso corallo giapponese "Aka" dal colore rosso vivo e profondo, difficile da lavorare, ma capace di regalare gioielli di rara bellezza e inestimabile valore. Proprio come questo corallo, anche il Primitivo pugliese è una varietà difficile da vinificare in rosato, per via dell'intensa colorazione dell'acino.

Colore rosa corallo, cristallino. Un bouquet fruttato fragrante, che esprime note di mela rossa, fragoline di bosco fresche e lampone. Al palato risulta secco, morbido, molto fresco e di ottima struttura con una persistenza gusto-olfattiva prolungata.

Vino fresco e versatile a tutto pasto. Adatto agli antipasti a base di carne, carpaccio di manzo al limone o bresaola con rucola e Grana. Adatto anche ai primi piatti con sughi di verdura o pomodoro fresco e basilico e alle pietanze a base di pesce e salumi leggeri.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook