Lunga vita
24 Luglio Lug 2019 0600 24 luglio 2019

Rapporto annuale Istat 2019: in Italia si vive sempre più, ma senza diventare anziani

Italia seconda solo al Giappone in longevità e non solo: la vita oltre ad allungarsi diventa sempre più attiva

Anziani_Linkiesta
STR / AFP

Il rapporto annuale dell’ISTAT del 2019 conferma un fenomeno iniziato già da decenni, ma in trasformazione. Da un lato la vita si allunga e dall’altro non si invecchia. Che non sia stata scoperta la cura per l’eterna giovinezza? Ancora no, ma è semplicemente questione di “stile di vita” anziché d’età.

Per meritare il podio di longevità a livello globale, l’Italia conta, al 1 gennaio 2017, un rapporto di 165 persone over 65 anni ogni 100 under 15 anni, contro i 210 del Giappone. Ma questa soglia d’età segna semplicemente un nuovo capitolo della vita in cui reinventarsi e coltivare le proprie passioni, ed è proprio quello che stanno facendo gli italiani negli ultimi anni. Dal 2008 al 2018 si è assistito ad una crescita di uno stile di vita sano e attivo nella popolazione over 65, come ad esempio la pratica di sport, la partecipazione ad attività culturali o sociali.

Il rapporto dell’ISTAT analizza, inoltre, quelli che sono i fattori che più incidono sul grado di soddisfazione degli italiani per la propria vita, prendendo in considerazione la sfera individuale, familiare e territoriale e i risultati ottenuti differiscono tra nord, centro e sud.


Continuiamo a leggere su propensione.it per approfondire i dati emersi nel rapporto annuale ISTAT 2019

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook