sempre meno
20 Settembre Set 2019 0600 20 settembre 2019

L’invasione che non c’è: quanti sono i migranti sbarcati in Italia nel 2019?

Secondo i dati ufficiali forniti dal Viminale, quest’anno si è registrato un netto calo degli arrivi, in linea con la tendenza inaugurata nel 2017

migranti
LOCALTEAM / AFP

6.570

Sono i migranti sbarcati in Italia nel 2019 (il computo va dal primo gennaio al 19 settembre – ore 08:00) secondo i dati forniti dal ministero dell’Interno.

Balza all’occhio il netto calo rispetto ai due anni precedenti: -93,62% sullo stesso periodo del 2017 e – 68,5% per il 2018. In totale, nel 2017 sono sbarcati 119.369 migranti, mentre l’anno successivo sono stati solo 23.370.

Viste le dimensioni, confrontare il 2019 con il 2017 appare quasi impossibile. Nel mese di giugno di quell’anno, per esempio, sono arrivati in Italia 23.526 migranti, cioè la quasi totalità di quelli approdati in tutto il 2018. E nel giugno di quest’anno sono stati soltanto 1.218. Lo stesso vale per il mese di maggio: nel 2017 erano 22.993, mentre nel 2019 i migranti sono scesi a 782. Due mondi diversi.

Il 2018 ha conosciuto un picco a gennaio (4.182) e una curva di innalzamento nei mesi di aprile (3.171), maggio (3.963) e giugno (3.147), per poi calare, in modo progressivo, nei mesi successivi, fino ai 1.007 di ottobre, i 980 di novembre e i 359 di dicembre.

Rispetto agli anni precedenti gli sbarchi sono in netto calo: 119.369 nel 2017, 23.370 nel 2018, 6.570 quest’anno

Il 2019, invece, segue una tendenza opposta: numeri bassissimi all’inizio (202 a gennaio, 60 a febbraio) che crescono in modo progressivo durante l’anno: 262 a marzo, 255 a aprile, 782 a maggio, 1.218 a giugno, 1.088 a luglio (piccolo calo), 1.268 ad agosto e, al momento, 1.453 per settembre, il primo mese in cui viene superato il 2018. In questo senso, cioè rispetto all’inizio del 2019, è corretto dire che gli sbarchi dei migranti stanno aumentando. Ma – come si è già detto prima – se si guardano i numeri totali messi a confronto con gli anni precedenti l’affermazione non è sostenibile.

Il numero dei minori non accompagnati segue la stessa tendenza: nel 2017 erano 15.779, scesi a 3.536 nel 2018 fino agli 874 di quest’anno.

Per quanto riguarda la provenienza dichiarata, nel 2019 sono sbarcati 1.736 tunisini, di gran lunga la nazionalità più rappresentata. Seguono 862 pakistani e 701 ivoriani. Notevole anche la presenza di 159 iraniani.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook