Previdenza
25 Settembre Set 2019 0600 25 settembre 2019

Fondi pensione: quando un 1% di costo in più fa il 18% in meno di capitale accumulato

Un fondo pensione efficiente in termini di costi fa una bella differenza per la pensione integrativa finale

pensioni_linkiesta
Photo by Elena Saharova on Unsplash

Costruirsi da sé una pensione è pratica ormai quasi obbligata e va fatto ricercando un prodotto efficiente anche dal punto di vista dei costi. Per capire se ho scelto o se sto consultando un fondo pensione caro rispetto alla media di mercato vanno analizzate le singole voci di costo previste e un indicatore ad hoc, l’indicatore sintetico dei costi - ISC, elaborato dall’autorità di vigilanza (Covip).

Questo indicatore esprime, con una percentuale, quanto incidono complessivamente negli anni i costi applicati sul proprio risparmio previdenziale. Il calcolo è standard quindi si può confrontare qualsiasi fondo pensione.

Se un prodotto ha un ISC a 35 anni dell’1% e un altro del 2%, a fronte dello stesso identico investimento, di quanto varia il risultato finale dell’investimento? Oppure, se viene applicata una commissione annua di gestione dell’ 1,10% piuttosto che dell’1,50%, cosa cambia?

Continuiamo a leggere su propensione.it per scoprire come valutare i costi dei fondi pensione e sceglierne uno efficiente

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook