Onair
10 Gennaio Gen 2020 0559 10 gennaio 2020

“Podcast mania”: ecco quelli da ascoltare sui temi del lavoro

Come affrontare un colloquio, come si vive da freelance, come si lavora da casa. E poi tante storie di successo a cui ispirarsi e consigli per fare startup

Microphone Linkiesta
(Pixabay)

All’epoca delle sottoscrizioni, anche i contenuti audio si sono evoluti trasformandosi in podcast. Un fenomeno ormai maturo che trae le sue origini dal mondo radiofonico e, in Italia, veleggia oltre i 12 milioni di ascoltatori (+1,8 milioni nel 2019 con un incremento del 16% rispetto al 2018, dati Nielsen). Dall’attualità allo sport passando per politica, esteri ed economia nell’universo dei podcast c’è anche chi parla di lavoro.

Lo fa, innanzitutto, Il Sole 24Ore che, grazie ai podcast, estende la vita di alcune trasmissioni tematiche di Radio24 oltre i confini temporali della diretta, permettendo agli utenti di accedere a un contenuto giornalistico in differita. Lo dimostra il riconoscimento ricevuto da Storie di successo, inserito da Apple nella lista dei 25 programmi da ri-ascoltare. Condotto da Francesca Milano, Storie di successo racconta le vicende di chi ha avuto un’intuizione ed è riuscito a costruirci sopra un business: dai primi passi alle prime difficoltà fino alla consapevolezza di avercela fatta, le puntate mettono al centro un ospite che riprende il filo della propria esperienza personale per diventare case history a uso e consumo di chi vuole trasformare un’idea imprenditoriale in realtà.

Della stessa galassia del quotidiano economico fa parte anche I lavori del futuro di Luca De Biase, che racconta come la tecnologia sta cambiando il mondo del lavoro creando nuove professionalità e modificando l’organizzazione delle aziende che si trovano a operare in un contesto economico digitalizzato; con tutto ciò che ne consegue.

Come approcciarsi a un colloquio di lavoro, come si vive da freelance, come si lavora da casa. E poi tante storie di successo a cui ispirarsi

Spulciando fra le varie proposte in rete, spuntano poi podcast indipendenti nati per essere ascoltati una puntata alla volta. Basta fare un salto nella sezione “Startup!” di Spreaker (piattaforma di podcast fruibile tramite app direttamente dal proprio smartphone) per sentire la voce di Marco Montemagno: imprenditore digitale, fondatore di Slashers, 4Books e The Update e già presentatore di Reporter Diffuso, programma di Sky che per sette anni ha incontrato e intervistato migliaia di innovatori e investitori. Un bagaglio di esperienze che Montemagno mette a disposizione degli utenti con continui aggiornamenti (compresi quelli crossmediali su altre piattaforme). In catalogo ci sono anche Pillole di Business, curato da Massimo Martinini che propone idee e spunti di riflessioni su business, marketing e crescita personale. Oppure c’è Colloquio diretto, che affronta il tema della ricerca del lavoro attraverso l’utilizzo di semplici ed efficaci strumenti di comunicazione.

Al di fuori delle liste tematiche delle diverse piattaforme, si muovono anche MaxPodCoach di Massimiliano Freddi, che mette al centro delle proprie puntate diversi aspetti del mondo del lavoro sempre a partire dalle storie dei propri ospiti: persone arrivate al successo e chi è appena partito al fine di individuare i consigli giusti per commettere meno errori e, soprattutto, focalizzare l’obiettivo su cui investire le proprie energie. Approccio simile anche per Italo-Digitali, che riporta in formato podcast l’esperienza e i consigli in ambito digitale dei due conduttori Alice e Micheal: background diverso ma stessa passione per il mondo online e la sua flessibilità, si sono incontrati in Thailandia come due “nomadi digitali” e da lì hanno fatto partire il proprio contenuto. In sostanza, una carrellata di consigli e best practice per far funzionare il proprio business digitale e non perdersi nei meandri del web.

Infine, due donne al microfono. La prima è Audra Bertolone con il suo Lavoro da casa: storia personale e consigli su tutte le sfumature dello smart working. Di professione assistente virtuale (ma non solo), Audra ha alle spalle esperienze in diverse aziende, specialmente nel settore IT con una specializzazione come assistente commerciale estero. Dal 2013, però, con la nascita del primo figlio arriva anche il cambio di prospettiva lavorativa: basta posto fisso ma imprenditrice di se stessa con il salotto di casa a fare da ufficio. Una “rivoluzione” che condivide con altre donne protagoniste delle puntate del proprio podcast. Di organizzazione del lavoro parla anche Chiara Battaglioni con il suo WorkBetter (spin-off dell’omonimo blog): consigli utili per darsi una regola e seguirla nel mare magnum dei freelance. Buon ascolto!

CONTINUA A LEGGERE MORNINGFUTURE

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook