Alberto Mucci

Ventitré anni, gli ultimi quasi tutti (purtroppo) passati fuori dall’Italia: la maggior parte a Londra con intramezzi mediorientali per tentare di studiare un arabo mai imparato e un periodo, caldo e fantastico, nell’Africa dell’Est. Oggi scrive di politica americana, cultura pop e quant’altro. Vive a Chicago, la città di Obama o come la descrive David Axelrod, mitico consigliere del presidente, ciò che “è oggi quello che fu Boston ai tempi dei Kennedy” – il centro ufficioso del potere politico americano. Oltre allo scrivere c’è la bicicletta, il nuoto e i libri. Un giorno ne vorrebbe scrivere uno suo. Prima però ci vuole un’idea. Al momento non c’è, ma forse magari un giorno verrà.  

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook