Luca Telese

Nato a Cagliari il 10 aprile del 1970, tifoso giallorossoblù, non beve mai caffè, perché è già adrenalinazzato di suo. La domenica mattina, se sta bene, corre a frugare a Porta Portese. Ama Peter Gabriel, Primo Levi, Magnus, i fumetti popular ma di qualità. Ha iniziato a fare il giornalista a 18 anni (a Il Messaggero) e il telegiornalista a 26 (a Teleambiente). Ha scritto sei libri di cui due di storia italiana (Cuori neri e Qualcuno era comunista) che per lui sono stati molto importanti. L’ultimo, Gioventù amore e rabbia, parla di giornalismo e di precarietà (che a volte coincidono). Ha partecipato alla fondazione del Fatto, e ha diretto Pubblico. Su La7, con un pool di giovani geniacci, ha condotto e ideato un programma che ancora oggi gli pare innovativo (Tetris), e attualmente conduce In Onda. Ha una compagna, Laura, e uno stupendo bimbetto, Enrico. 

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook