Piazza del mercato
14 Aprile Apr 2011 0956 14 aprile 2011

The White House And The Garden State

Secondo un sondaggio Rutgers-Eagleton della Rutgers University del New Jersey, la candidatura del governatore Chris Christie alle presidenziali del 2012 non sarebbe sostenuto dagli elettori dello Stato. Infatti, l'astro nascente della destra americana è ancora molto popolare, però non riuscirebbe a 'sfondare' in caso di una candidatura alla competizione elettorale presidenziale. Christie è riuscito a sconfiggere il democratico Corzine nel 2009 e ad anticipare così l'ondata repubblicana delle scorse elezioni di midterm del 2 novembre 2010. Aumentata la sua notorietà a livello nazionale, scalda i cuori dei Tea party riportando a galla il vecchio (e vincente) leitmotive repubblicano dello 'spendere di meno, tassare di meno'. E' fornito di un carisma non comune fra i suoi colleghi di partito, forse non riuscirebbe a catturare i voti degli indipendenti in caso di confronto elettorale con Obama.

Tornando al sondaggio però, come già detto, molti repubblicani stessi gli volterebbero le spalle. Infatti, solamente il 22% di elettori del GOP regolarmente registrati sosterrebbero una sua candidatura (che non significa automaticamente un 'non voto per Christie' in caso di candidatura reale), il 65% sarebbe contrario ad una sua candidatura e il 12% non sa. Il dato curioso è tra i partiti. Solamente il 44% dei repubblicani sarebbe favorevole ad una sua candidatura, l'8% dei democratici e il 24% degli indipendenti. Infine, il 36% degli intervistai (773 elettori registrati/al 4 aprile 2011) crede che la candidatura di Christie sarebbe un 'buono spot' per lo stato del New Jersey, mentre il 42% pensa che non cambierebbe nulla a livello nazionale e il 21% addirittura dice che sarebbe un danno d'immagine.

Uno stop non previsto in vista delle primarie del GOP del prossimo anno. Christie continua a smentire un suo interesse, ma la penuria di volti nuovi e capaci nel partito repubblicano, spinge i più a considerare ancora valida la sua candidatura. Dall'altra parte però c'è il Presidente Obama...

Jean Philippe Zito

immagine da The Politico

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook