Social Media Today
16 Maggio Mag 2011 1836 16 maggio 2011

Moratti-Pisapia non è come Shalke 04-Inter

“Adesso la partita Moratti-Pisapia è difficile ma non impossibile, non è come l’inter che va a giocare contro lo Shalke 04, per intenderci… Potrebbe essere invece una bella partita come Barcellona-Real Madrid, che sino alla fine si è giocata. Ovvio che io spero che Pisapia sia il Real Madrid, ma in questo momento lui è in vantaggio come il Barcellona. Per noi è come aver perso all’andata per 2 a 0, ora speriamo di andare là a vincere 3 a 0” . Lo ha detto il leghista Davide Boni, presidente del consiglio regionale della Lombardia in diretta ai microfoni della Zanzara su Radio 24. “Fuor di metafora – ha aggiunto – è comunque innegabile che qualcuno della Lega abbia dato un voto disgiunto”.

Pensieri contorti e metafora pallonara per un duello che nel centrodestra erano convinti di vincere senza supplementari e soprattutto senza brutte sorprese.

«Sono certo che ce la faremo. E allora si dovrà parlare di risultato eccezionale, clamoroso. Questo va sottolineato perché la sinistra ripete che la vittoria al primo turno sarebbe normale. Non è così. Cinque anni fa conquistammo il 52 per cento con l’Udc di Casini e i voti di Fini. Se solo Casini prendesse il 2 per cento e Fini l’uno – ma loro credono di raccogliere molto di più – si andrebbe al ballottaggio. Anche restando sotto il 50 per cento saremmo di molte lunghezze davanti alla sinistra». (Ignazio La Russa, intervista a "Il Giornale" l'11 maggio).

- - - - - - -

“Non è possibile che Milano non sia governata da noi” (Berlusconi al coordinatore del Pdl Mario Mantovani, incontrato nel cortile di una scuola, oggi 16 maggio)

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook