PAPAGENO - Incursioni nella musica d’oggi
19 Maggio Mag 2011 1414 19 maggio 2011

Il jazz in Bocconi non convince, ma questa sera ci risolleviamo con Alderighi

In questi giorni (dal 18 al 22) la Bocconi presenta Ah-um Milano Jazz Festival, kermesse musicale giunta alla nona edizione. Stefano Pirovano, critico d'arte e per quest'occasione inviato di Papageno (grazie!), ci racconta:

Il concerto di ieri sera alla Bocconi della BJBU & Friends band è stato una delusione. Non sono bastati gli interventi di Paolo Tomelleri, Emilio Soana, Paolo Alderighi, Stefano Bagnoli e altri nomi importanti del jazz italiano a far capire ai componenti stabili dell'ensemble che essere docenti, o ex allievi della blasonata Università, alla buona musica non basta. Così i prof sono andati avanti a suonare, e il concerto è sembrato un puro atto di vanagloria. Finito il repertorio di colonne sonore di vecchi telefilm sono persino scivolati nel più noioso dei blues, con Tomelleri e Soana che suonavano praticamente da soli. Dato lo spazio, il tono della serata, le risorse a disposizione, esperienza da dimenticare, almeno per quanto riguarda la buona musica.

Motivo in più per dirottarvi questa sera verso la Fondazione Pomodoro: alle nove concerto di Paolo Alderighi, giovane talentuoso pianista. Ieri spiccava tra i bocconiani, oggi mette in musica sette passi dell'Inferno di Dante. Ci vediamo lì.

Fondazione Arnaldo Pomodoro, via Solari 35, ore 21, biglietto 9 euro (telefono: 02 89075394/5)

www.paoloalderighi.it

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook