Israele
22 Maggio Mag 2011 0833 22 maggio 2011

Discorso di Obama

Si e' atteso il discorso di Obama sulla situazione del Medio Oriente alla luce della primavera araba, con previsioni pessimiste da parte israeliana su possibili pressioni a riguardo del processo di pace con i palestinesi.

Dopo aver ascoltato attentamente il discorso in inglese mi sembra che non ci sia nulla di nuovo sotto il sole. Ascoltando i media da diversi paesi e con diverse interpretazioni penso che la reazione palestinese al discorso sia quella piu' vicina alla realta' ed all'intenzione delle parole del presidente americano. Per fare dichiarazioni e reazioni ufficiali i palestinesi prendono tempo. Si rendono conto che Obama non si e' distaccato per nulla dalla politica statunitense tradizionale.

Il presidente ha detto chiaramente che non ci sara' la dichiarazione ufficiale e l'accettazione delle nazioni Unite dello Stato Palestinese a Settembre, quindi praticamente confermando la volonta' statunitense di porre il veto.

Ha ribadito con determinazione l'appoggio statunitense ad Israele... aggiungendo l'importanza e l'urgenza della risoluzione del conflitto Israelo-Palestinese per entrambe le parti, come una tassa verbale per non sembrare troppo parziale.

Ha ribadito che Hamas e' un'organizzazione terroristica e che quindi e' comprensibile che il nuovo accordo con Fatah e la prossima formazione di un governo di coalizione con Hamas rappresentino un pesante ostacolo per il Governo israeliano.

Ha ribadito la necessita' di Due Stati, ed ha precisato che Israele deve essere riconosciuta come lo Stato del popolo ebraico, definizione non accettata anche da Abu Mazen ma senz'altro non possibile per Hamas.

Quindi business as usual, confermato anche dalle dimissioni dell'inviato statunitense in Israele-Palestina Mitchell.

Siamo ora in attesa del discorso di Obama all'AIPAC e di Nataniau al Congresso.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook