Design Kit - Inspiration and references
27 Maggio Mag 2011 0803 27 maggio 2011

Ma dove è finito il Design Council Italiano di Rutelli? - 01

Nel 2007 ci recammo a Palazzo Litta a Milano per assistere alla presentazione del Consiglio Nazionale del Design da parte dell’allora Ministro della Cultura Francesco Rutelli. Avevamo raggiunto quel luogo increduli e speranzosi, poiché un progetto di tale valore poteva essere un vero passo avanti per l’Italia. Per noi il Design Council Inglese è da sempre un vero e proprio riferimento e potevamo ben valutare le enormi potenzialità di un progetto simile a quello inglese. Ahimé, intuimmo immediatamente che la strada si prospettava lunga e in salita: il Consiglio prevedeva infatti la partecipazione degli “stessi di sempre”. Stessi progettisti, stesse aziende, stessi attori di un sistema molto circoscritto con poca attitudine ad una visione più ampia, sembrava una copia di strutture già esistenti.
Il Design Council deve essere un patrimonio di tutti!
Sono ormai passati quattro anni da quella data e del Design Council Italiano non se ne sa più nulla; in pratica non é mai partito.
Questo articolo vuole spiegare che cosa è veramente un Design Council e quali potenzialità può offrire se utilizzato come strumento per innovare il paese.

Questo é quello che rimane di un’intuizione eccellente che avrebbe forse permesso un dialogo nuovo e lanciato un Sistema-Design diverso.
www.designpeople.it/varie/italian-design-council
www.02blog.it/post/1185/milano-sede-del-consiglio-nazionale-del-design
www.pambianconews.com/Rutelli-chiama-a-raccolta-30-grandi-firme/

La cultura è un patrimonio da coltivare con attenzione e intelligenza. Il Design è una delle piattaforme storiche dell’ingegno e della capacità di elaborazione dell’uomo.
In Inghilterra questa priorità è parte integrante del sistema
.

Il Design Council Inglese

We place design at the heart of growth and renewal in Britain
As CABE and the Design Council come together, we’re well placed to give a strong voice to architecture and design. Our aim is to promote design and architecture for the public good.

Challenges: Stimulating innovation
Design is a tool that can be used to solve tough problems.
When knotty challenges can’t be solved by business or government alone, design is the means to stimulate innovation, solve some of society’s problems, and grow the economy by creating new markets and business opportunities.

Servizi
http://www.designcouncil.org.uk/our-work/support/

“We need more entrepreneurs. We need more innovators. We need more scientists, engineers and designers who can turn ideas into working products” James Dyson
http://www.dyson.com/about/story/

Questo è uno tra i tanti slogan lanciati dal portale del Design Council Inglese, che trasmette attraverso la sua efficace comunicazione un messaggio chiaro e di dichiarata fiducia verso il Design, considerato da oltre 60 anni un elemento centrale del benessere del Regno Unito. L’ente promuove l’uso della pratica del Design in stretta collaborazione con i dipartimenti governativi, con i dicasteri degli affari, dell’innovazione, dell’economia, della tecnologia, dell’architettura, dell’urbanistica e delle infrastrutture, della mobilità, della salute, dell’istruzione, della ricerca e così via, avvalendosi del contributo vitale di centinaia di progettisti insieme al supporto di altrettante aziende.
La loro missione è quella di incoraggiare le persone ad usare sempre di più il Design come driver per innovare prodotti e servizi allo scopo di migliorare sensibilmente e con costanza la qualità della vita.
Il Design Council si propone di far lavorare insieme coloro che hanno un potere decisionale sia nelle aziende pubbliche che private - come i policy-maker e i player più rilevanti - educandoli all’uso del Design-Integrato come disciplina accurata e indispensabile. Uno strumento adeguato e strategico per innovare, per calibrare intelligentemente le opportunità trasformandole in decisioni importanti, finalizzando i processi che a cascata andranno a ricadere direttamente sulle comunità, sugli investimenti e sui risultati finali ottimizzando un diffuso beneficio.

Il Design Council Inglese è un ente pubblico sponsorizzato dal Department of Business Innovation and Skills (BIS) che opera dal 1946. Nel 1997 è stato rilanciato nella struttura attuale e ancor oggi si interroga sulle recenti trasformazioni socio-economiche, tecnologiche e culturali per monitorare continuamente il proprio potenziale di sviluppo. Questa struttura ci racconta storie bellissime, dove il posizionamento culturale del Design inteso come Processo è il cuore pulsante del rinnovamento della nazione britannica. Promuove da sempre l’approccio al Design attraverso gli eventi, i workshop, le conferenze ed i concorsi, creando una relazione fortissima tra il mondo del Design e quello del business.

Significativo anche il fatto che il Chief Design Officer, Matt Hunter sia un "giovane", classe '68.http://www.designcouncil.org.uk/about-us/Our-people/Mat-Hunter/

Struttura del Design Council
http://www.designcouncil.org.uk/about-us/Corporate-information/

Department for Business Innovation & Skills
http://www.bis.gov.uk/

I partner più attivi sono i dipartimenti e le agenzie governative, provinciali e regionionali, i molti enti pubblici e privati, le istituzioni educative e i molti think tank sparsi nel Regno Unito.
Alcuni tra i tanti sono: Department for Business Innovation and Skills, UK Trade and Investment, British Chamber of Commerce, compreso il Department of Health e molti altri ancora. Tutte queste strutture lavorano insieme al Design Council per facilitare l’uso del Design come protocollo standard nelle procedure di ideazione di qualsiasi progetto, sia in termini di prodotto che di servizio.

Video sugli small business

Design support for business from Design Council on Vimeo.

Il Design Council offre una vastissima serie di pubblicazioni che vanno dalle newsletter dettagliate a riviste mensile come DCM che racconta le case history progettuali più recenti e significative. Produce anche i report ufficiali sulle ricerche realizzate oltre che precise spiegazioni sull’uso del Design attraverso l’esempio di vere progettazioni, regalando in questo modo un’opportunità di accesso diretto ad informazioni preziose. Chi ne beneficia sono senza dubbio i progettisti e gli studi professionali, i manager pubblici e quelli privati, gli educatori, i centri di ricerca e tutti coloro che sono interessati ad accedere a queste informazioni scaricandole direttamente dal sito web.

Le varie pubblicazioni del Design Council
http://www.designcouncil.org.uk/publications/

All’interno del sito, la disciplina del Design, viene svelata attraverso spiegazioni testuali e video molto puntuali. Qui vengono presentate nella loro interezza le varie sfumature disciplinari legate al Design: dal Graphic Design al Product fino al Service Design e al Management. Si racconta per ogni settore come un designer lavora, la metodologia che utilizza e i diversi processi progettuali, dalla ricerca all’ideazione, dallo sviluppo alla messa in produzione. Tutto il processo viene raccontato con una particolare attenzione al tipo di interlocutore che legge o ascolta, passaggio dopo passaggio, attraverso l’esempio pratico di progetti di successo atti a testimoniare la chiusura di esperienze vincenti fondate sulla collaborazione costruttiva, la co-progettazione.

È di assoluto rilievo constatare come in Inghilterra esista un organo di riferimento e di guida culturale con tale spessore ed importanza, che utilizza attivamente gli stumenti del Design management, del visual management, della ricerca e della raccolta di insight, dei risultati delle osservazioni, al fine d’identificare le problematiche e le opportunità. Monitorano i preziosi risultati che emergono dalla user centric research, dalle mappature cognitive e dalla collaborazione multidisciplinare. Sono attenti all’uso del brainstorming, al processo di ideazione, ai processi di sviluppo, di produzione e di finalizzazione come quotidiani strumenti di lavoro.
Attraverso il portale vengono svelate le molteplici sfaccettature di una disciplina importante ed utile che, se usata bene, può veramente fare la differenza in termini di innovazione. L’accompagnamento all’uso del Design è così avanzato da mettere a disposizione di tutti le modalità di approccio al progetto e le opportunità di dialogo con il Designer.
Tale attenzione permette all’interlocutore neofita di avvicinarsi con maggiore cautela e responsabilità alla possibile commessa di progetto. Capirà meglio l’alternarsi delle fasi indispensabili allo start-up, sarà in grado autonomamente di formulare una corretta stesura di un brief che esprima desideri e necessità, fino ad individuare le fasi di finalizzazione e completamento di un progetto.

La disciplina del Design e il suo Processo
http://www.designcouncil.org.uk/about-design/What-design-is-and-why-it-matters/

Intervista ad alcuni Designer

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook