Le parole sono importanti
5 Giugno Giu 2011 1546 05 giugno 2011

Il centrosinistra vince ma la partita è aperta

L'analisi del voto di Roberto D'Alimonte su Il Sole 24Ore di oggi mette un po' di ordine nella variegata mole di interpretazioni del voto amministrativo e aiuta a riportare equlibrio fra la lettura di chi a sinistra si abbandona a facili entusiasmi e quella di chi, da destra, replica minimizzando l'impatto del voto.

Da una parte è evidente il successo del centrosinistra:

Il centrosinistra è stato il vincitore di questa tornata di elezioni amministrative. Su questo punto non ci sono dubbi. Basta guardare i dati sui 133 comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti. In 85 casi hanno vinto i candidati sindaco appartenenti a questo schieramento e solo in 40 comuni ha vinto il centrodestra.

Per il centrosinistra il risultato è superiore a quello delle comunali precedenti, che erano finite 76 a 55, e certamente superiore alle aspettative.

Dall'altra non si possono da questo trarre considerazioni sull'ineluttabilità della vittoria del centrosinistra alle prossime politiche:

messi insieme dati e indizi queste elezioni amministrative assomigliano per certi aspetti alle elezioni regionali del 2005. Allora il centrosinistra vinse 12 regioni su 14 e gettò le basi della vittoria alle politiche del 2006. Ma fu una vittoria di Pirro.

Il centrodestra riuscì a recuperare riportando a votare i suoi elettori delusi, quelli che in queste comunali sono rimasti a casa. Tanto per essere chiari, in queste elezioni ha votato per le liste di partito il 60% degli aventi diritto. Alle politiche del 2008 è stato l'80%. Si tratta di circa dieci milioni di elettori in più.

Per questo la partita decisiva è ancora tutta da giocare. E per vincerla il centrosinistra dovrà mettere in campo una proposta convincente. Un leader, una coalizione, un programma. Tutto questo ancora non si vede.

Al di là del giudizio di merito sul centrosinistra, che si può condividere o meno, non si può non notare come ci sia un margine molto ampio di lavoro, sia per il centrosinistra, per sfruttare positivamente l'effetto anche simbolico di questa vittoria, sia per il centrodestra, per correre ai ripari e provare ad invertire la tendenza.

g.giansante.linkiesta@wordpress.com

gianlucagiansante.com

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook