Neverland - Sogni, Giochi, Realtà
16 Giugno Giu 2011 2127 16 giugno 2011

Giochi online di massa per sconfiggere Berlusconi

REALTÀ
- per sopravvivere alla Crisi ci servono i giochi -

Gli Italiani hanno cominciato a partecipare a un GIOCO EPICO nato e sviluppatosi su Internet e sui social networks - potremmo intitolarlo:

- G.R.O.S.S.! -

GET RID OF SILVIO! (SOMEHOW!)

E cioè: DISFARSI DI SILVIO! (IN QUALCHE MODO!) - mentre GROSS! significa: "Che schifo!".

La partita a GROSS! non si gioca solo nel mondo virtuale, ma anche con delle votazioni che coinvolgono la vita reale e con appuntamenti stile flash mob organizzati all'ultimo minuto su Twitter.

Le ultime elezioni non le hanno vinte né i partiti, né i giornali, né le trasmissioni televisive: le hanno vinte altri players: i cittadini in Rete.

È un gioco multiplayer di massa online (MMO - massively multiplayer online [game]), come World of Warcraft e Halo 3 (a cui i [milioni di] devoti fan dedicano anche 20 ore di gioco alla settimana... l'equivalente di un lavoro part-time!).

Ma è anche un gioco di realtà alternativa (ARG - alternate reality game), teso a portare il gioco nella VITA REALE.

Ha un obiettivo (goal) epico: liberarsi dal "Tiranno" Affamatore, cioè dall'autoproclamatosi Interprete della Volontà Popolare, L'Unico Boss Virile: Silvio Berlusconi.

E siamo ormai al cosiddetto "boss level", cioè quello in cui - nei videogiochi - i giocatori, possibilmente in gruppo, si apprestano ad affrontare il "mostro finale". O la va o la spacca.

D'altronde, secondo Erodoto, gli Italiani sono legati a doppio filo all'invenzione dei "giochi", attraverso i loro remoti progenitori: i Lidi.

Secondo Erodoto, I PRIMI GIOCHI NACQUERO a seguito di una gravissima CRISI (Erodoto, Storie, I, 94): una carestia aveva colpito il Paese e i Lidi sopravvissero ai morsi della fame creando i giochi: un giorno mangiavano il (poco) pane disponibile - il giorno dopo (a targhe alterne diremmo oggi...) si distraevano dai morsi della fame dedicandosi ai giochi.

I Lidi poi, sempre secondo Erodoto, sarebbero gli antenati dei "Tirreni" - e quindi nostri progenitori.

Sempre per la stessa crisi i Lidi furono costretti a "emigrare all'estero"... come i cervelli Italiani che OGGI sempre più spesso cercano rifugio in altri lidi per poter vivere ed esprimere tutto il loro potenziale in altri Paesi più civili e meno colpiti dalla Crisi del nostro...

Secondo i Lidi anche i giochi praticati oggi dai Greci e dai Lidi sarebbero una loro invenzione: sostengono di averli escogitati all'epoca in cui colonizzarono la Tirrenia; ma ecco in proposito la loro versione. Sotto il regno di Atis figlio di Mane si era abbattuta su tutta la Lidia una terribile carestia: per un po' i Lidi avevano resistito, ma poi, visto che la carestia non aveva fine, cercarono di ingannare la fame inventando una serie di espedienti. E appunto allora sarebbero stati ideati i dadi, gli astragali, la palla e tutti gli altri tipi di gioco, tranne i "sassolini"; solo l'invenzione dei "sassolini" non si attribuiscono i Lidi. Ed ecco come fronteggiavano la fame con le loro scoperte: un giorno lo trascorrevano interamente a giocare per non sentire il desiderio di mangiare, il successivo lasciavano perdere i divertimenti e si cibavano. Tirarono avanti con questo sistema di vita per ben diciotto anni. Ma poiché la carestia non terminava e anzi la situazione si faceva sempre più grave, allora il re dei Lidi divise in due parti l'intera popolazione e affidò al sorteggio di decidere quale dovesse restare e quale dovesse emigrare dal paese; alla parte cui sarebbe toccato restare assegnò se stesso come re e a quella che sarebbe partita suo figlio, che si chiamava Tirreno. I Lidi designati dalla sorte a emigrare scesero fino a Smirne, costruirono una flotta e su di essa caricarono quanto possedevano di valore: salparono poi alla ricerca di una terra che procurasse loro i mezzi per vivere; oltrepassarono numerosi paesi finché giunsero fra gli Umbri: qui fondarono delle città e qui abitano a tuttoggi. E cambiarono anche il loro nome assumendo quello del figlio del re, che li aveva guidati: da allora, dal suo nome si chiamarono Tirreni.

Chi è arrivato a leggere fino a qui merita un premio! Forse non tutti sanno che... nientepocodimeno che... Bono Vox (!!!) degli U2 ha patrocinato un gioco per "Buttare Berlusconi fuori dal G8" - visto che l'Italia era l'unico Paese a promettere aiuti all'Africa ma a NON mantenere gli impegni presi...

Ecco HURL BERL! (lancia il Berlu!) - potete giocarlo QUI!

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook