Marchionne veste Prada
21 Giugno Giu 2011 0903 21 giugno 2011

Versace: l'Impero colpisce ancora (o almeno ci prova)

Nel mondo della moda si dice che un tempo Armani e Versace erano competitor, a sottolineare come oggi non lo siano più. Si dice anche che l'Impero della Medusa sia finito il giorno in cui, nel 1997, Gianni Versace è stato ucciso a Miami.

Dopo qualche anno nero (il fatturato consolidato 2009 del gruppo Versace è stato pari a 268 milioni di euro con un ebitda negativo per 2,4 milioni) e la conseguente ripresa ( l'azienda ha chiuso il 2010 con un fatturato totale di 292,3 milioni di euro; +9,1% rispetto all'anno precedente) oggi qualcosa è cambiato in casa Versace. E non solo perchè la nipote prediletta di Gianni (nonchè azionista di maggioranza), Allegra, è entrata a pieno titolo nel Cda. Ma anche perchè Versace sta puntando sul rafforzamento della propria immagine in maniera massiccia. I segnali ci sono tutti:

- Lady Gaga (non una testimonial:una super testimonial) ha indossato abiti Versace Vintage e Versace in almeno 3 occasioni pubbliche nelle ultime due settimane. Dall'Europride al video The Edge of Glory: una bella pubblicità, non c'è che dire. E noi avevamo già iniziato a insospettirci, ipotizzando i cachet stratosferici di Lady Gaga

- Versace presenta una campagna strong per l'ai 2011-12 (l'aveva già fatto con January Jones per la pe) firmata da due fotografi di rilievo (Mert&Marcus) e con un'estetica forte e decisa

- Donatella Versace disegnerà una capsule collection per H&M. Si sa: la strada più breve per arrivare al grande pubblico è quella del fast fashion oggigiorno.

Chi ha detto che la medusa avesse deposto le armi? L'Impero colpisce ancora. O, almeno, ci prova.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook