Giorgio Arfaras
L'economista greco
2 Agosto Ago 2011 1257 02 agosto 2011

La maledizione della Torre di Babele

Quando si costruiscono edifici troppo alti, si è puniti per l'arroganza. La Torre di Babele – altezza stimata 200 metri – è il simbolo di questa previsione da film del terrore. La stessa cosa è accaduta millenni dopo con il grattacielo in Malesia – le Petronas Towers di 400 metri. Durante la loro costruzione si ebbe, infatti, la crisi asiatica. Abbiamo avuto poi nel 2009 il grattacielo più alto del mondo – il Burj Dubai di ben 800 metri di altezza e la crisi immobiliare in quel paese (1). Notizia fresca: il principe bin Talal vuole costruire un grattacielo di ben mille metri insieme all'impresa di costruzioni bin Laden (2).

http://www.centroeinaudi.it/il-progetto-1/notizie-economiacentroeinaudiit-97/639-la-maledizione-della-torre-di-babele.html

http://www.ft.com/intl/cms/s/0/71eef532-bcf6-11e0-bdb1-00144feabdc0.html#axzz1TWB8pxFK

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook