Neverland - Sogni, Giochi, Realtà
8 Agosto Ago 2011 0612 08 agosto 2011

Su Wired la mappa dell'Universo dei Giochi

GIOCHI, GIOCHI, GIOCHI... ma non solo

Nel numero di agosto 2011, la rivista Wired pubblica una Mappa dell'Universo dei Giochi dell'americano Steven Leckart, tradotta da Andrea Angiolino.

(Consulta l'articolo sul sito di Wired.)


(clicca sulla mappa per ingrandirla)

L'aspetto interessante della mappa sono i suoi "collegamenti infografici" con le "contrade limitrofe". Cioè i mondi della matematica, dei codici, della magia, della narratologia e perfino dell'economia (la teoria dei giochi di Nash di A Beautiful Mind) - cui io aggiungerei la filosofia (con la teoria dei giochi linguistici di Wittgenstein).

Non solo Never- ma anche Reality-Land, dunque. Un sacco di realtà "contaminato" dal mondo dei giochi o che detiene da tempo "rapporti segreti" - magari "in codice" - con l'universo ludico.

Ecco un paio di estratti, per incuriosirvi, ma ovviamente quanto segue non è farina del mio sacco e quindi vi invito a gustarvi l'articolo originale, in edicola oppure online!

Il Bargaining Problem di Nash - Problema di teoria dei giochi esaminato da John Nash nel 1950, in cui due giocatori possono chiedere parte di una somma: se il totale che domandano è inferiore o uguale a quanto disponibile, ciascuno ottiene quanto chiesto; se è superiore, nessuno dei due ottiene alcunché.

Il cadavere squisito - Gioco surrealista in cui i partecipanti proseguono una frase scrivendone un pezzetto: ad esempio il primo giocatore un sostantivo maschile, il secondo un aggettivo maschile, il terzo un verbo, il quarto un altro sostantivo e il quinto un altro aggettivo. A ogni passaggio si piega il foglio perché nessuno sappia cosa è stato scritto in precedenza: alla fine, la lettura del testo sconclusionato ha effetti comici.

Il problema del bottino dei pirati - Gioco in cui cinque pirati assolutamente razionali devono spartirsi 100 monete: in ordine di anzianità propongono una spartizione, che se approvata da almeno metà di loro diventa effettiva mentre se è bocciata determina la morte del proponente. L'obiettivo di ciascuno è sopravvivere, e in secondo luogo massimizzare il numero di monete ricevute.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook