Neverland - Sogni, Giochi, Realtà
30 Agosto Ago 2011 0903 30 agosto 2011

Chicago Gangster - recensione gioco di carte

RECENSIONE DI GIOCO

Pubblico con piacere una recensione del gioco di carte Chicago Gangster scritta da Maurizio Valentini.

In Chicago Gangster sei alla guida di una famiglia della mafia americana. Devi usare le tue risorse (contratti, esecuzioni, protezioni del padrino, polizia corrotta ecc. ecc.) per eliminare i tuoi avversari e cercare, allo stesso tempo, di salvare i tuoi. Vince l'ultimo che rimane con dei gangster in gioco.

Gioco da 2-6 persone (meglio 4-6) con carte Attacco (bordo rosso) con vari modi di eliminazione degli avversari... dal semplice contratto alla guerra tra gang, dall'esecuzione di un avversario alla vendetta, fino al Massacro di San Valentino.

Le carte a bordo blu sono carte difesa (le uniche giocabili nel turno avversario) che ti permettono di opporti ad un contratto... il favore del padrino è importante ma il potere criminale è quanto di più diabolico tu possa fare ad un avversario che ti ha giocato contro un contratto.

Le carte a bordo verde sono carte salvataggio, giocabili al proprio turno, servono a salvare i propri scagnozzi che sono finiti sulla lista di esecuzione. Fuga, protezione della polizia, intrigo, corruzione ecc. sono molto utili quando le speranze di uscire vivi dalla lista sono poche.

Il gioco, come avrete capito, è un susseguirsi di azioni e difese per mettere sulla lista di esecuzione più gangster avversari che si possa. Quando su questa lista (al muro) ce ne sono 6 o più incomincia l'esecuzione (1 o 2 per turno).

La guerra tra gang può cominciare in 5 modi:
- giocando una carta GUERRA FRA GANG
- giocando una carta vendetta
- giocando un agguato
- quando la lista di esecuzione ha 6 o più scagnozzi
- quando rimangono 6 scagnozzi (o meno) in gioco

Un giocatore esce dal gioco (restituisce le sue carte) quando tutti i suoi scagnozzi sono eliminati.

Vince l'ultimo giocatore cui sono rimasti dei gangster vivi.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook