Nel mirino
30 Agosto Ago 2011 1528 30 agosto 2011

l'estate è zarra

Photo by Martin Parr

Anche quest'anno le vacanze sono finite, potrà mancarci il mare ma almeno non saremo più violentati dalla vista di corpi, non sempre in formissima, seminudi e malamente abbigliati.

L'estate purtroppo più di ogni altra stagione slatentizza le anime trash che, complice la “Canicule”, si sentono in diritto di mostrare vaste porzioni di pelle nuda e di coprire quel che resta con orride canottiere, tanga, e infradito... non solo in spiaggia.

Peccato perché i kaftani sarebbero così eleganti.

C'è da dire però che la fotografia in questo caso ha delle proprietà taumaturgiche: fa i miracoli!

Esempio: spiaggia, i nostri vicini di ombrellone non sono proprio longilinei, indossano dei costumi fluo di due taglie più piccoli e mangiano la pasta che si son portati da casa in pratiche vaschette di plastica colorata.

Cosa pensate, che reazione avete?

Eppure chi di voi non appenderebbe orgoglioso alle pareti di casa una bella foto di Martin Parr che riprende la stessa scena?

la fotografia trasforma, l'atto fotografico ristruttura il reale.

Buon rientro a tutti.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook