Stefano Grazioli
Gorky Park
1 Settembre Set 2011 0822 01 settembre 2011

Remembering Beslan

Beslan é stato un po‘ l’11 settembre russo. Più malvagio, l’obbiettivo erano bambini. Solo bambini. Un documentario della Bbc/Hbo ricostruisce la storia del sequestro e del massacro attraverso gli occhi dei piccoli. È datato, ma non importa. Molti soloni in occidente hanno l’abitudine di ricordare quei tre giorni di settembre nella tragica conclusione speculando sulle responsabilità delle autorità russe, prima, durante e dopo il blitz. Dimenticandosi di chi la strage l’ha pensata e compiuta.

I terroristi chiedevano la liberazione dei prigionieri nellae carceri di Cecenia e Inguscezia, il ritiro delle truppe russe, le dimissioni di Vladimir Putin. Shamil Basayev, la mente dell’operazione, è stato ucciso nel 2006. Qui sotto il video della Bbc (prima parte di sei, le altre sono linkate) e l’elenco dei principali attentati terroristici in Russia dal 1995.

Giugno 1995 – 150 morti, diverse centinaia di feriti durante l’attacco di guerriglieri ceceni agli ordini di Shamil Basayev a Budionnovsk.

Settembre 1999 – Buinaksk, Daghestan, 64 morti per un’autobomba che distrugge una palazzina di cinque piani abitata da famiglie di militari russi e da civili.

Settembre 1999 – 92 morti per il crollo di un palazzo di nove piani nella periferia moscovita di Peciatniki.

Settembre 1999 – 118 persone muoiono a Mosca per il crollo di un edificio di otto piani lungo il viale Kashirskoe.

Settembre 1999 – A Volgodonsk, nel sud della Russia, i morti sono 17, stesso modello che a Mosca.

Luglio 2000 – Serie di attacchi in Cecenia contro obbiettivi miliari a Argun e Gudermes, oltre 60 morti e oltre 100 feriti, anche civili.

Agosto 2000 – Attacchi a Argin, Khankala e Urus Martan, in Cecenia. 30 morti e 50 feriti.

Ottobre 2002 – Mosca, teatro Dubrovka, 129 civili e una quarantina di terroristi uccisi. Un gruppo di 41 guerriglieri ceceni, tra cui 18 donne, assalta il teatro Dubrovka di Mosca, prendendo in ostaggio circa 800 persone. L’organizzatore è Shamil Basayev.

Dicembre 2002 – Attentato a Grozny con 83 morti e 283 feriti. Vedove nere eseguono, Shamil Basayev rivendica.

Maggio 2003 – Znamenskoye, Cecenia, 59 morti e 200 feriti per attentato kamikaze contro edificio amministrativo.

Maggior 2003 - Iliskhan-Yurt, Cecenia, attentato al presidente ceceno Akhmad Kadyrov, 16 morti e 43 feriti. Kadyrov si salva.

Giugno 2003 – 19 morti a Mozdok, in Ossezia del nord, una donna kamikaze si fa esplodere nelle vicinanze della base militare russa dopo aver fermato un autobus che trasporta militari e civili diretti alla base.

Luglio 2003 - Vedove nere all’aerodromo di Tushino, alla periferia di Mosca, prima di un concerto, 15 morti.

Agosto 2003 – Attentato davanti all’ospedale militare di Mozdok, muoiono 50 persone.

Dicembre 2003 – Attentato su un treno nella Russia meridionale, vicino a Stavropol, fra Iessentuki e Piatigorsk, 40 morti.

Dicembre 2003 – Mosca, un’attentatrice suicida si fa saltare in aria vicino alla Piazza rossa uccidendo 5 persone.

Febbraio 2004 - Mosca, un’esplosione in un treno della metropolitana causa 41 morti e 250 feriti.

Maggio 2004 – Il presidente Akhmad Kadyrov è ucciso in un attentato a Grozny.

Agosto 2004 - Mosca, attentato suicida nei pressi della stazione ella stazione di metropolitana Rizhkaya, 10 morti e 51 feriti.

Agosto 2004 – Esplodono in volo due aerei decollati da Mosca, 90 morti.

Settembre 2004 – Massacro di Beslan, Ossezia del Nord, l’11 settembre russo, più di 330 morti.

Ottobre 2005 – A Nalchik in Inguscezia attacco jihadista in cui muoiono circa 130 persone.

Agosto 2006 – Attentato nel mercato Cherkizovsky, alla periferia di Mosca, 10 morti e 50 feriti.

Novembre 2008 – A Vladikavkaz in Ossezia del Nord una vedova nera si fa esplodere a una fermata di bus, causando la morte di 11 persone e una quarantina di feriti.

Agosto 2009 – Autobomba kamikaze a Nazran in Inguscezia provoca 25 morti e 164 feriti.

Novembre 2009 – Attentato al Nevsky Express tra Mosca e San Pietroburgo, 39 morti e 95 feriti.

Gennaio 2010 – A Makhachkala in Daghestan 6 morti e 19 feriti per autobomba contro commissariato di polizia.

Marzo 2010 – Mosca 40 morti e 100 feriti in due attacchi coordinati alle stazioni della metropolitana Lubjanka e Park Kultury.

Marzo 2010 – a Kyzlar, in Daghestan 12 persone uccise e una cinquantina ferite in seguito a un attentato suicida.

Maggio 2010 – 8 morti e 40 feriti a Stavropol prima di un concerto dell’esibizione di un gruppo popolare ceceno.


Settembre 2010 – A Vladivkavkaz 17 persone morte e 160 ferite per autobomba kamikaze.

Ottobre 2010 – Assalto in grande stile al parlamento ceceno di Grozny. Tre terroristi, un impiegato e due poliziotti morti.

Gennaio 2011 – Oltre 35 morti all’aeroporto di Mosca Domodedovo per un attentato kamikaze.

Agosto 2011 – 9 morti e oltre 20 feriti a Grozny in tre attentati.

(Fonte: East Side Report)

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook