Stefano Grazioli
Gorky Park
14 Settembre Set 2011 1043 14 settembre 2011

Yulia & Silvio

Yulia é un ex primo ministro ed é in carcere. Probabilmente uscirà. Silvio è un primo ministro e qualcuno lo vorrebbe in carcere. Probabilmente non ci andrà.

Da oltre quindici anni Yulia domina la scena in Ucraina ed è stata due volte premier. Silvio da ben più di quindici in Italia e ha fatto tre volte il premier.

Yulia prima di arrivare alla politica faceva l’oligarca (la principessa del gas). Silvio altrettanto (il re delle televisioni).

Yulia tuona contro la giustizia selettiva e i giudici corrotti. Anche Silvio grida contro le toghe politicizzate al servizio di altri poteri.

Yulia ha uno stuolo di adulatori. Anche Silvio ha uno stuolo di adulatori.

Yulia ha un grande nemico, Victor Yanukovich. Silvio Yanukovich probabilmente non sa chi sia.

Per Yulia alle ultime elezioni hanno votato poco meno della metà di coloro che sono andati a votare, ed ha perso. Silvio alle ultime elezioni ha raccolto poco più della metà dei voti, ed ha vinto.

Yulia ha capito come funzionano i media. Silvio ha i media.

Yulia ha buoni rapporti con il Cremlino. Silvio ha ottimi rapporti con il Cremlino.

Yulia è famosa per la sua capigliatura. Anche Silvio è famoso per la sua capigliatura.

Yulia ha buoni rapporti col PPE. Silvio è nel PPE.

Per Yulia dietro le sbarre si mobilita mezza Europa. Per Silvio dietro le sbarre non si mobiliterebbe nessuno.

Yulia ha ispirato un film porno. Silvio forse vorrebbe farlo.

Yulia voleva fare la rivoluzione, ma non ha cambiato nulla e ritiene che i colpevoli siano gli altri. Silvio voleva fare la rivoluzione, ma non ha cambiato nulla e ritiene che i colpevoli siano gli altri.

Per Yulia hanno manifestato le amazzoni di Femen. Contro Silvio hanno manifestato le amazzoni di Femen.

Yulia gode del sostegno pieno del 14,1% degli ucraini (Razumkov Center, agosto 2011). Silvio gode della fiducia del 22% degli italiani (Crespi, settembre 2011).

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook