Marchionne veste Prada
17 Gennaio Gen 2012 1704 17 gennaio 2012

I giovanissimi sfatano il mito dello shopping online

L'altro giorno su Twitter qualcuno - non ricordo chi, ahimè - rammentava di come il secondo capitolo di Ritorno al Futuro fosse ambientato nel 2015. Tra 3 anni, a conti fatti. Ve lo ricordate? Zemeckis ci aveva messo la carta antipolvere, il giubbotto auto asciugante, per non parlare degli skateboard capaci di levarsi in volo. Cose che probabilmente non esisteranno tra tre anni.

Tutta una questione di previsioni, insomma, molte delle quali non si sono avverate, ma avrebbero potuto. Anche il mercato dello shopping conta molto sulle previsioni e, soprattutto, fa leva sempre di più su una generazione che riteniamo ipertecnologica visto che prima di aver imparato a scrivere correttamente sapeva usare un computer e oggi maneggia uno smartphone con estrema naturalezza, come fosse una propaggine del proprio corpo. Così oggi le aziende sono sempre più concentrate sulle nuove forme di shopping, il 90% delle quali non prevede il diretto contatto con un negozio vero, al di fuori di un click, sul pc o sul cellulare. Specialmente quando si parla di giovani, quella che in gergo è chiamata la shopping experience è pensata online.

I ragazzi, però, non ci scommetterebbero. A dirlo sono loro, in una ricerca che si intitola “Shopping Trends Among 18-25 Year-Olds,” ed è stata promossa dal Lim College di New York tra i suoi studenti. La ricerca mostra che il 68 per cento degli intervistati preferisce fare shopping in negozio per quanto riguarda abbigliamento e scarpe mentre il 66 per cento usa internet per avere informazioni sui prodotti e comparare prezzi. Bisogna aggiungere che l'88 per cento non farebbe shopping attraverso i social network, nè facebook nè twitter.

Sembra quasi che siano gli adulti, nella fascia 30-50, quelli più disposti a sperimentare lasciandosi conquistare dalle gioie dello shopping online. Sarà quindi la giusta strategia quella di puntare tutto sul lato virtuale dell'acquisto nel prossimo futuro?

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook