ITALIABILITY
1 Febbraio Feb 2012 1427 01 febbraio 2012

Ok il Redditometro, ma ora vogliamo lo Sprecometro

Entro giugno 2012 sarà operativo il nuovo redditometro, come ha confermato il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, in una audizione alla commissione Finanze della Camera. Bene per la lotta all’elusione e all’evasione fiscale che in Italia ammonta a circa 120 miliardi di euro l'anno. Ora attendiamo con ansia l’introduzione dello sprecometro, ovvero uno strumento in grado di misurare e, speriamo, contrastare lo spreco da parte delle amministrazioni pubbliche del denaro affidato da imprese e cittadini onesti con le loro tasse.
Nel recupero dell’evasione, lo Stato investe quasi 3 miliardi di euro l’anno, mentre arriva appena a 300 milioni di euro l’anno l’impegno pubblico per contrastare fenomeni come la corruzione e lo scialacquo di risorse pubbliche che costa oltre 60 miliardi l’anno all’intero Paese. Ma probabilmente, lo sprecometro ci potrà dare la misura esatta di cosa è diventata quella elefantiaca macchina mangia soldi che chiamiamo Stato.

Signor Rossi

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook