Trenta denari
2 Febbraio Feb 2012 1732 02 febbraio 2012

Mani forti su Fondiaria, balzo del 40% in tre giorni

Da qualche giorno gli addetti ai lavori prevedono “l’avvio di una fase a volatilità elevata” per Fondiaria Sai. E oggi il titolo della compagnia assicurativa, al centro di una complessa operazione di salvataggio, ha registrato un balzo del 13% a 0,88 euro. In tre sedute, Fon-Sai ha recuperato il 40%, sostenuto da alti volumi di scambio: il 4% solo oggi, più dell’11% da lunedì. Dopo la grande fuga, dunque, si ridesta la partecipazione degli operatori. Che sta succedendo?


Fondiaria Sai a Piazza Affari

Le spiegazioni del balzo possono essere diverse, ne accenniamo qualcuna: a) un rimbalzo tecnico; b) un posizionamento di investitori e/o di banche d’affari in vista dei concambi della fusione; c) un rastrellamento speculativo che prepara la strada alla discesa in campo di un grande gruppo assicurativo (Axa o Munich Re, dicono i rumor di Piazza Affari), pronto a contendere a Unipol l’acquisizione d) l’ingresso di qualche investitore attivista che darà battaglia sull’intervento di Unipol in regime di esenzione di Opa.

Dopo le grandi manovre guidate da Mediobanca, il mercato comincia a dire la sua.

lorenzo.dilena@linkiesta.it

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook