La Nota Politica dei Ventenni
16 Febbraio Feb 2012 0658 16 febbraio 2012

De-Lusi dal Pd Tedesco

Il Senatore Alberto Tedesco, già Vicepresidente della Regione Puglia a guida Nichi Vendola, vive giorni tranquilli da quando è approdato a Palazzo Madama. Nulla lo potrà distogliere dalle graziose colazioni alla buvette nè dal suo proficuo impegno parlamentare.

Mentre l'indagine sulla Sanitopoli pugliese si allarga e assume contorni inquietanti, Lui non ha di che temere. Dorme tranquillo Alberto, fino a che Pdl e Lega si ostineranno a votare contro il suo arresto.

Ieri, infatti, la Giunta delle immunità del Senato con 12 «sì» e 7 «no» archivia la nuova richiesta d'arresto a carico dell'ex senatore del Pd, Alberto Tedesco, avanzata dalla Procura di Bari.

Hanno votato contro l'archiviazione il Pd e l'Idv, ma ciò non è servito nè bastato per ottenere la non archiviazione dell'ennesima richiesta d'arresto.

Sembra che la sorte non voglia lasciar in pace il Pd. Non solo deve fare i conti, e speriamo ragionarci sopra, con le continue sconfitte alle primarie, con il vuoto di idee e di uomini nuovi, ma anche con i continui scandali che coinvolgono i suoi esponenti. Un partito che non parla più al cuore e all'anima dei suoi elettori, ma che riassume concetti politici per aforismi e metafore. Le "Bersiananae".

Dopo Lusi, oggi ex Pd, ex tesoriere della Margherita, oggi proprietario di immobili e ville a insaputa di tutta la dirigenza rutelliana e democratica, neanche lo scandalo del Senatore Tedesco aiuta a ricomporre i pezzi di un partito senza identità. E senza colla. Scollato in 24 correnti, centri di potere, comitati elettorali e aspirazioni leaderistiche di ognugno.

La domanda, allora, sorge lecita. Come e con quali metodi, il Partito Democratico seleziona la propria classe dirigente ? Quali sono i criteri di scelta?

Bersani parlava di diversità genetica con il Pdl e gli altri partiti, ma a volte i cittadini sentono lo stesso odore.... di fregatura!

Parlare di questione morale nel Pd è come parlare di Ici sugli immobili della Chiesa. Tutti ne parlano, nessuno ne dice.

Gli italiani che penseranno il giorno delle elezioni?

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook