10% Di matrimonio gay e altre amenità
1 Marzo Mar 2012 2009 01 marzo 2012

Dalla, saluto al cantautore e alla sua sessualità

Non è facile scrivere di orientamento sessuale a proposito di una persona appena scomparsa.

Soprattutto se si tratta di Lucio Dalla, personaggio simbolo della canzone italiana, autore umano, popolarmente adorato.

Eppure, a sollevare la questione è stato il TG La7, che nell'edizione serale ha ricordato Dalla come un omosessuale dichiarato.

No, almeno non in modo pubblico, pubblicitario. Non in un modo abbastanza ufficiale da essere arrivato alle mie orecchie, che le sue canzoni le sentivo sulle musicassette.

Se omosessuale, orientamento che forse traspariva dal modo di avvicinarsi al microfono, un po' di sbieco, il cantautore lo ha tenuto per sè.

Coming out mancato forse. Peccato, se fosse stato vero.

Con la sua musica da chitarra e amici, da ricordi speciali, Dalla avrebbe reso questa particolarità un po' più umana. Quasi artistica.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook