Fuoriserie
12 Marzo Mar 2012 1449 12 marzo 2012

Istruzioni per l'uso: le regole per gli spoiler

Tranquilli, non spoilerò nulla. Il post di oggi vuole essere una sorta di guida per i non addetti al settore ovvero per tutti quei grandi (e meno grandi) giornali e giornalisti che in realtà di serie TV poco si occupano. O meglio, che se ne occupano parzialmente, affidando di tanto in tanto a qualche firma nota un pezzo di critica o approfondendo solo le serie dal grande richiamo pubblicitario. Lo spunto è lo spoiler sulle Desperate Houseviwes, di cui ho scritto anche l'ultimo post: mi scuso dunque se per due giorni di fila torno a parlare dello stesso tema, ma proprio il finale svelato a priori delle nostre casalinghe preferite è difficile da digerire. A onor del vero non è uno spoiler dell'ultima puntata (quindi di un finale di stagione) ma è uno di quelli consistenti, che davvero non ti aspetti. Ora le cose sono due, o il produttore che in tribunale si è fatto scappare questo finale ha fatto uno di quegli scivoloni destinati a diventare storici oppure ci stanno beatamente prendendo per i fondelli (a scopi pubblicitari, ovviamente) e nella 17esima puntata ci imbatteremo in un salvataggio in extremis.

Ma tralasciando tutto questo, vale la pena di suggerire a chi lo spoiler vuole fare tre regole base da rispettare. Va detto, per onestà, che anche io in passato sono caduta nello scivolone di uno spoiler (era uno piccolo però, dopo che la puntata era già stata trasmessa negli USA, dimenticandomi di controllare la messa in onda in Italia e inserendolo in modo velato all'interno di un articolo). Ma tant'è dagli errori si impara. Ecco dunque le istruzioni per l'uso degli spoiler, basandoci su di un esempio inventato: in Tom&Jerry si scopre morirà Tom.

1. Non mettere lo spoiler nel titolo.

E non scrivere nel titolo "Spoiler - scopriamo chi morirà in Tom&Jerry". Non sapevamo nemmeno che sarebbe morto qualcuno. E NON LO VOGLIAMO SAPERE. Allo stesso modo bocciati i titoli tipo "Il destino di Tom svelato in tribunale" (sì, sì, è un attacco a Repubblica.it cha ha ripreso l'articolo di kataweb.it con questo titolo) oppure ancor peggio "Tom muore in Tommy&Jerry", titolo che ha costellato la pagina di cultura del Corriere.it che ha riportato l'agenzia Ansa con lo stesso titolo.

Ma potrei continuare all'infinito coinvolgendo anche altri siti di informazione: "Tom morirà sul set di Tom&Jerry (lagazzettadiparma.it), "Tom&Jerry, Tom morirà" (reggionline.com), "Colpo di scena a Tom&Jerry: Tom morirà" (tvzoom.it), etc..

2. Non scrivere nell'attacco del tuo articolo ALLERTA SPOILER - Tom muore.

Ecchecavolo, la vista ci cade inevitabilmente, non facciamo nemmeno a tempo a leggere e a comprendere l'SOS lanciato dalla scritta "allerta spoiler" che già lo stiamo leggendo.

3. Non piazzare appena sotto al titolo o sotto alla scritta SPOILER la fotografia del personaggio oggetto dello spoiler.

Noi lettori non siamo stupidi e facciamo uno+uno facilmente. Capiamo subito che il nostro caro personaggio ha le ore contate.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook