Gengis
21 Marzo Mar 2012 1048 21 marzo 2012

La Calabria entra in Finanza

La notizia dovrebbe essere che la Regione Calabria fa finanza. E mica roba a fondo perduto. Finanza creativa e sofisticata. “Fondo mezzanino finanziario” e “Fondo di rotazione Jeremie”. Il secondo in realtà dovrebbe essere un’iniziativa essenzialmente europea che si prova a riciclare almeno in parte i fondi strutturali rimasti senza impiego negli anni trascorsi. Il primo però sembrerebbe tutto creatività locale. 25 milioni di Euro affidati a Fincalabria (la finanziaria regionale) affinchè ci faccia mezzanino, “strumento estremamente vantaggioso per le piccole e medie imprese del settore industria, artigianato e commercio relativamente sane” (sic). Auguri, e un rinvio suppongo a Basilea 3 per la definizione di impresa “relativamente sana”.
La notizia vera è invece che oltre a far finanza ci fanno pure, e a proprie spese, pubblicità. Due pagine intere sull’ultimo “Panorama”; e forse anche altrove. “Si aprono nuovi orizzonti per il futuro delle imprese calabresi”, grande foto di sole all’alba, citazione del Governatore, foto icona dell’assessore competente e sorridente, annuncio di “un’iniziativa fondamentale per dare nuovo impulso all’imprenditoria”.
Quando si limitavano ad assumere guardie forestali il padrone dormiva più tranquillo.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook