Umami
1 Aprile Apr 2012 1356 01 aprile 2012

Da cicchetto di fine pasto a superalcolico glamour: come cambia la grappa

"La grappa ormai è edonismo puro". A dirlo uno dei maggiori produttori piemontesi che così sanciva quello che ormai è sotto gli occhi di tutti: l'epoca della grappa è finita. O meglio, è finita l'epoca della grappa "popolare", quella erede dei prodottacci contadini, ma anche quella base, senza "etichetta", usata semplicemente per correggere il caffè.
La grappa ora è prodotto di lusso, da consumare non più a fine pasto, ma ideata e studiata per altri momenti della giornata.
E' il prodotto prestigioso che potrebbe far girare James Bond dentro il bicchiere. E' il superalcolico che viene scandagliato in ogni recesso dal naso allenato del sommelier. E' il gioiellino dell'appassionato che viene offerto nel dopocena come cru o riserva speciale.
Questo almeno è uno dei lati della grappa. L'altro è quello che schiaccia l'occhiolino alle donne e al pubblico giovane. E allora via con gli abbinamenti più sfrontati, come i giochi al cioccolato o gli zuccherini che s'incendiano. Poi l'utilizzo, novità, nei cocktail insieme alla proposta di liquori e essenze in cui la grappa pura si percepisce sempre meno e dove si punta anche a una gradazione alcolica minore. E' la nuova bevanda glamour, da locale di prestigio, a Milano come a New York. Al punto che nell'ultimo Vinitaly sono state le modelle a presentare la nuova linea di prodotti di un'altra celebre casa piemontese, la Mazzetti d'Altavilla distillatori dal 1846 (foto sotto), come a sancire il termine della metamorfosi.
La grappa, per sopravvivere a crisi ed alcoltest, si è reinventata, puntando sul lusso, giocando con l'erotismo insito in certi riti della tavola, rivoluzionando il momento classico del suo consumo.
La grappa, come conoscevamo fino a qualche lustro fa, è finita. Viva la grappa.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook