Alessandro Da Rold
Portineria Milano
16 Aprile Apr 2012 1802 16 aprile 2012

Lega Nord, Longoni accusato di tramare con il Pd contro il prof di Maroni

Il cerchio magico di Umberto Bossi collabora con il Partito Democratico per «infangare» i barbari sognanti? Serpeggia questo sospetto tra le maglie della nuova Lega Nord targata Roberto Maroni, dopo le dimissioni del Senatùr da segretario federale. Tanto che oggi in regione Lombardia, durante la riunione del Carroccio insieme con Bobo e l'altro triumviro Roberto Calderoli, il capogruppo Stefano Galli ha chiesto spiegazioni a Giangiacomo Longoni su una voce di «tradimento» che circola tra i corridoi di via Bellerio.

Longoni, infatti, avrebbe chiesto al gruppo di opposizione di attaccare il professore Stefano Bruno Galli alla presidenza di Eupolis, Istituto superiore per la ricerca, la statistica e la formazione di regione Lombardia. Mossa mirata dei cerchisti, verrebbe da pensare, perché lo storico dell'Università Statale vanta un ottimo rapporto con Maroni e con lui si appresta a lanciare una nuova fondazione nei prossimi mesi. «Spiegami la situazione o domani ci riuniamo di nuovo e il gruppo passa da 20 a 19 consiglieri», avrebbe chiesto il capogruppo Galli a Longoni, invitandolo a scusarsi se le indiscrezioni si fossero rivelate esatte. Da quel che si sa Longoni si sarebbe scusato successivamente, ma i problemi restano ancora tutti sul tavolo.

Del resto, Longoni, noto per i suoi cani Akita, oltre a essere un fedelissimo dell'ex capogruppo alla Camera Marco Reguzzoni, è uno dei più vecchi nemici di Maroni. Fu proprio lui nel 1994, primo governo Berlusconi, a chiedere l'espulsione di Bobo da segretario provinciale a Varese. È una cosa che l'ex capo del Viminale non ha mai digerito. Anche per questo, Longoni, insieme con Reguzzoni, è stato inserito da svariate settimana nella lista delle possibili espulsioni dentro il Carroccio. Dopo la caduta di Rosi Mauro, quella del Trota Renzo Bossi e dell'assessore Monica Rizzi, resisterà Longoni accusato di tramare con il Pd? Nei giorni scorsi il consigliere varesino era stato dato in partenza per il Popolo della Libertà: ha smentito.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook