Alessandro Oliva
Viva la Fifa
27 Aprile Apr 2012 1616 27 aprile 2012

E Hollande fa litigare il calcio francese

"Ho saputo che l'allenatore del Paris Saint-Germain (Carlo Ancelotti) prende 6 milioni di euro all'anno. A questo prezzo qui, auspico che il Psg sia campione di Francia!". Pensieri e parole di Farncois Hollande, in vistita alla redazione del quotidiano sportivo francese L'Equipe.

L'allusione al ricco contratto dell'ex tecnico milanista non è del tutto casuale. L'idea del candidato socialista alle presidenziali è di creare un'aliquota al 75% per le parti di reddito sopra il milione di euro. Una misura che riguarda molti sportivi e che in generale coinvolge in Francia tra le circa 3.000-3.500 persone. "Devono capire che uno sforzo è richiesto a tutti i francesi, che devono essere esemplari. Mi dicono che i migliori giocatori lasceranno la Francia se manterrò questa misura. Rispondo che da tanti anni i giocatori più quotati lasciano il nostro Paese per andare a giocare all'estero".

L'idea di Hollande sta scatenando in Francia diverse reazioni. Se Ancelotti ha già fatto sapere, in caso di vittoria del socialista, di non voler lasciare la Ligue 1 per non dover pagare la super tassa, c'è chi non ha gradito. «Se passerà l'idea del candidato socialista sarà come lavorare per nulla», ha detto a Le Parisien il centrocampista del Psg Christophe Jallet . E anche ai piani alti del calcio transalpino non hanno apprezzato. il presidente della Lega calcio francese Frederic Thiriez, pur dichiarandosi di sinistra, ha parlato di «Misura omicida per il calcio».

L'ultimo a dire la sua prima delle elezioni è stato Vikash Dhorasso. L'ex centrocampista di Psg e Milan è uno dei fondatori di Tatane, un collettivo che raccoglie diversi personaggi della cultura francese e che si batte per un calcio più sociale. "Il problema non è la Ligue 1 - ha spiegato Dhorasso - ma il Paese che è alla rovina".

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook