Massimiliano Gallo
Mi consento
30 Aprile Apr 2012 1710 30 aprile 2012

Quindi per Ségolène Royal, Anne Sinclair (la moglie di Strauss Kahn) è una donna senza dignità

Il tema potrebbe sembrare delicato, ma potrebbe anche essere una ordinaria manifestazione di demagogia a buon mercato. Svolgimento: sabato scorso in un bar di Parigi Julian Dray, ex portavoce del partito socialista francese (che pure in passato ha avuto qualche guaio per qualche spesuccia di troppo con la carta di credito del partito), ha festeggiato il suo 57esimo compleanno. E ha invitato i maggiorenti della campagna elettorale di François Hollande, tra cui anche Ségolène Royal, sua ex moglie e candidata sconfitta da Sarkozy alle precedenti politiche.

E che cosa succede? Succede che all’evento viene invitata anche Anne Sinclair, una delle più importanti giornaliste francesi e da gennaio direttrice dell’Huffington Post transalpino. Sennonché la signora è anche moglie di Dominique Strauss-Kahn, ex numero del Fondo monetario internazionale, esponente di spicco dei socialisti francesi, travolto ormai un anno fa da uno scandalo a sfondo sessuale. Fu accusato di aver provato a violentare una cameriera in un albergo di New York. I fatti hanno successivamente dimostrato che la signora non disse proprio la verità: il caso si risolse in un nulla di fatto dal punto di vista processuale e venne archiviato. Resta invece tutto da dimostrare che si trattò di un complotto ordito ai danni di Dsk.

Nel corso degli anni più donne hanno accusato Strauss Kahn di molestie, diciamo che il debole dell’esponente socialista per il gentil sesso è noto. Ma in quel caso, il caso che gli è costato la carriera, la tentata violenza non ci fu. Come ricorderete fu uno scandalo enorme. La moglie gli stette vicina e, fatta eccezione per una piccola parentesi, i due sono sempre rimasti insieme.

È stata Anne Sinclair, sabato sera, a farsi accompagnare dal consorte. E all’arrivo del marito, gli esponenti del Ps sono scappati per non farsi fotografare al suo fianco a una settimana dal ballottaggio tra Hollande e Sarkozy. E c’è stata anche chi, come Ségolène Royal, ha dichiarato che è andata via perché «Strauss Kahn ha attentato alla dignità delle donne» e quindi lei non potrebbe mai restare in un posto frequentato anche da lui.

La domanda a questo punto sorge spontanea: ma Anne Sinclair è una donna senza dignità?

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook