Cazza la randa
16 Maggio Mag 2012 2139 16 maggio 2012

Rutelli, abbandonato da Casini, si (ri)accaserà anche stavolta

Egregio on.le Rutelli,
ho appreso solo oggi, visitando il sito dell’API, che nei giorni scorsi Lei ha annunciato di voler parlare con Pier Ferdinando Casini. Immagino che il colloquio non sia ancora avvenuto, perché altrimenti Lei non avrebbe esitato a darne prontamente notizia agli italiani. Della cui angoscia, causata dalla probabile e prematura fine dell'ambizioso progetto di costituzione del Terzo Polo, Lei è perfettamente consapevole. Tanti concittadini, in queste ore, si stanno chiedendo, con ansia crescente, come mai, a ben quattro giorni dal Suo annuncio pubblico, tra Lei e Casini non sia intercorsa nemmeno una telefonata.

Il che sembrerebbe confermare i rumors che circolano con insistenza, secondo cui tra Lei e Casini la rottura è ormai insanabile. Si vocifera che Casini, rispondendo al telefono di casa e sentendo Lei dall’altra parte del filo, abbia camuffato la voce negando perentoriamente di chiamarsi Pier Ferdinando Casini. Si racconta addirittura che quest'ultimo, vedendo apparire il numero del Suo cellulare sul display del proprio telefonino, faccia deliberatamente squillare a vuoto. E che a nulla sia valso il Suo tentativo di parlare con l'ex leader dell'Udc usando la modalità che permette di nascondere il proprio numero: in tali casi Casini avrebbe fatto rispondere al suo segretario, che senza mezzi termini L'avrebbe minacciata di denunciarLa per stalking.

Se le cose stanno davvero così, on.le Rutelli, La invito comunque a non disperare. Sono peraltro convinto che il quadro sia meno drammatico di come appare. Ho infatti motivo di ritenere che siamo di fronte ad un mero problema di corretta comunicazione, più che alla fine di una intesa politica ed umana. Penso in particolare che Casini se la sia presa semplicemente per non essere stato informato con anticipo che Lei avrebbe fatto un annuncio di tale portata, per giunta dalla seguitissima rubrica di Tgcom24 “L’intervista della domenica”. Mi permetto quindi di darLe un paio di consigli. Innanzitutto scelga la trasmissione giusta. A mio avviso dovrebbe fare al Suo caso “C'è posta per te”, che, come Lei saprà, tratta disperati tentativi, come il Suo, di riprendere un cammino comune con una persona cara. Poi si ricordi, prima di andare in trasmissione, di inviare un garbato sms a Casini, specificando canale ed ora esatta.

Qualora anche tale percorso non dovesse sortire effetti, consideri il rapporto con Casini finito per sempre. Vedrà comunque che la Sua formidabile attitudine a sperimentare nuove esperienze politiche, Le permetterà certamente, anche in tale occasione, di accasarsi. Tra il redivivo Berlusconi, il futurista Montezemolo ed il ciellino Passera, solo per citarne alcuni, c'è solo l'imbarazzo della scelta.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook