Alessandra di Canossa
Doppio (s)malto
17 Maggio Mag 2012 1106 17 maggio 2012

Su Virgin apre il club (molto ristretto) di chi può telefonare in volo

Sulla tratta New York-Londra, la Virgin Atlantic ha aperto all'uso del telefono cellulare in aereo. Si potrà telefonare sugli Airbus 330, eccetto durante il decollo e l'atterraggio, con alcuni operatori telefonici, che promettono tariffe competitive per gli uomini d'affari (e non) che vogliono allietare i vicini di posto con gli ultimi update dei loro affari.
La cosa bizzarra è che non potranno telefonare più di 10 persone contemporaneamente perché la banda non è sufficiente!

Ve lo immaginate?

Dopo il decollo si parte con un'asta con la hostess come battitore… il lotto in vendita: far parte del primo gruppo di telefonatori. Altrimenti la hostess si mette a metà carlinga e indice un ruba-bandiera tra quelli della business da una parte e quelli della economy dall'altra. Per chi arriva prima, ovviamente, c'è la possibilità di usare l'agognato telefono!
Quindi l'homo-tecnologicus, che non può smettere di telefonare neanche per quelle 7 ore di volo che separano NY da Londra, vince la telefonata, e con aria gloriosa verso il vicino rosicone che non è riuscito ad aggiudicarsi il lotto-telefono, si appresta a telefonare.

Ma se possono essere solo 10 i passeggeri che telefonano, chi decide quanto dura la telefonata?
Mi immagino la hostess, con precisissimo timer in mano che si trasforma in cronometrista pronta a tenere il tempo della telefonata manco fossimo alla gara dei 100 metri e tu fossi Usain Bolt!

E se cade la linea?

Il vicino, fino a poco prima invidioso e sbuffante che martellava col dito sull'orologio neanche avesse dovuto fare una conference call con Donald Trump e Bill Gates insieme, ha finalmente il suo turno. Tu, ovviamente rassegnato e un po' infastidito, fingendo di fare altro, origli la telefonata e lui: “ Sì, pronto, mamma, sì, sì atterro in orario, tutto bene, hai sentito la zia…”

Speriamo che almeno i piloti usino l'auricolare!

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook