Congiuntura
19 Maggio Mag 2012 1340 19 maggio 2012

La strage di Brindisi e il complotto pluto-giudaico-massonico

Io non sono un esperto di antimafia. Ma quando leggo determinate cose, non posso che saltare sulla sedia. Su un blog de Il Fatto Quotidiano (e sia chiaro, il giornale non ha colpe nell’ospitare le opinioni dei blogger) viene riportato che la barbarie di Brindisi ha dei precisi mandanti.

Ho l’impressione che i mandanti siano i membri di quella Cupola Nera – composta da massoneria, politica corrotta, pezzi deviati dei servizi segreti e finanza speculativa – che da decenni tiene in scacco l’Italia. Il cambiamento sta scuotendo le fondamenta del loro potere. Si sentono minacciati. E quindi loro minacciano. Nel modo più feroce possibile.

Fa sorridere che nell’Italia di oggi stiano aumentando i complottisti del giorno dopo, quelli per cui ci deve essere sempre non solo la terza faccia della medaglia, ma anche la quarta e la quinta. E quindi ogni minimo azione scellerata diventa un pretesto per parlare di Nuovo ordine mondiale, gnomi di Zurigo, finanza speculativa e asse del Male, ovviamente di matrice pluto-giudaico-massonica. Il problema, purtroppo, è che in questo modo non si va da nessuna parte. Sarò cinico, sarò controcorrente, ma a me questa Italia va proprio di traverso. Quindi, meglio ricordarsi le parole di Abraham Lincoln: “Meglio stare zitti, e lasciare il dubbio di essere stupidi, che parlare e togliere ogni dubbio”.

Grazie a Phastidio per la segnalazione. 

fabrizio.goria@linkiesta.it

Twitter: @FGoria

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook