Mondo Calcio
23 Maggio Mag 2012 0802 23 maggio 2012

Se a rappresentare l’Italia alle Olimpiadi di Londra è una fan di Berlusconi

Sul curriculum sportivo c’è poco da discutere. In quasi venti anni di carriera Valentina Vezzali ha conquistato cinque ori olimpici e 13 mondiali, tra titoli individuali e di squadra. L’onore di fare da portabandiera alla cerimonia di apertura di Londra 2012, insomma, se l’è meritato sul campo.

Lontano dalle pedane però la Vezzali è ricordata soprattutto per le mai smentite simpatie berlusconiane. In particolare non è passata inosservata una infelice uscita fatta a Porta a Porta nel 2008, in cui la schermitrice marchigiana, giocando con il linguaggio tecnico della scherma, dichiarò al presidente Berlusconi che da lui si sarebbe fatta “veramente toccare”.

Una stima, quella per l’ex leader del Pdl, poi confermata in interviste successive in cui la Vezzali definì Berlusconi “l’uomo del fare”, precisando che l’Italia ha bisogno di “uomini come lui”.

O, forse, aveva bisogno. Questo la Vezzali non l’ha mai chiarito.


 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook