Little Italy
26 Maggio Mag 2012 1326 26 maggio 2012

Buffon lasci subito la Nazionale

Né oggi né mai. Non si può proprio accettare un’uscita così: «Se a due squadre va bene un risultato sono affari loro. A volte, pensandoci bene, cosa devi fare? In alcuni casi si dice: meglio due feriti che un morto. Penso che ogni tanto sia anche giustificabile fare qualche conto». Buffon, nell'intervista a Sky Sport 24, ha sbagliato di grosso e non vogliamo nemmeno le scuse perché di queste brutte storie ne abbiamo le tasche piene. Pretendiamo che lasci subito la Nazionale, senza se e senza ma, prima di Euro2012 perché noi che amiamo il calcio, senza doping e combine, non vogliamo più essere rappresentati da questi falsi eroi.

Per noi il calcio, sarebbe meglio dire il pallone, è un esercizio dell’anima, un’appartenenza, un’emozione vera. Per dirla con Pasolini, «l’ultima rappresentazione sacra del nostro tempo, rito nel fondo, anche se evasione». Da finti “capitani coraggiosi” noi non accettiamo lezioni su ciò che è meglio fare quando non si hanno più stimoli per vincere. Non lo può e non lo deve fare Buffon che porta a casa 6 milioni di euro l’anno, non lo può e non lo deve dire persino l’ultima scarpina senza nome e cognome dell’ultima categoria del calcio a 5 che in campo scende anche gratis. E poi, per cos'altro si gioca se non per vincere?

Caro Buffon, il monito di Borsellino, apparire oltre che essere onesti, vale anche per lo sport. A cominciare dai campioni del mondo.

Twitter: @FrankClemente

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook