THE BLAIR MUM PROJECT: blog di una mamma (e figlia) a Londra
30 Maggio Mag 2012 2004 30 maggio 2012

Azzurro, il pomeriggio è troppo azzurro e lungo per me.

Il primo pensiero va all'Emilia Romagna. Siete in più di 1.000 a leggermi, se ognuno di voi donasse €2 via sms al 45500 (non è il mio cellulare), otterremmo un aiuto per i terremotati. Piccolo, ma pur sempre dignitoso.

Il secondo pensiero invece è diretto al nostro Presidente della Repubblica, perché riacquisisca coscienza e capacità intellettiva.

Il terzo è, consentitemi, più egoista, e riguarda il paese dove vivo. L'Inghilterra. C'è una campagna pubblicitaria di cui avevo sentito parlare, a me sconosciuta fino a pochi secondi fa, che voglio proporvi perché possiate comprendere la profonda versatilità di questo popolo così bizzarro. Boots, il gruppo farmaceutico internazionale noto per i suoi prodotti di alta qualità in campo farmaceutico e cosmetico, descrive in modo impeccabile certe abitudini inglesi del tutto, come dire, folli. Il video è il seguente Boots advert. La colonna sonora che accompagna le immagini esilaranti della frenesia anglosassone di fronte al fenomeno "summer", poi, è di tutto rispetto ed ha anch'essa un'anima inglese: basti pensare alla meta preferita per le vacanze del popolo delle public houses, ovvero dei pubs, e la connessione è fatta.

Vi lascio dunque a queste immagini nella speranza che niente cambi. Perché alla fine, va proprio bene così.

Cliccate qui

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook