Complottismi
6 Giugno Giu 2012 1520 06 giugno 2012

Altro che Bilderberg: il Bohemian Club

Eh vabbè, si è concluso da pochi giorni l'annuale incontro dei membri del Gruppo Bilderberg e quindi tutte le attenzioni complottistiche sono concentrate su di loro. Oppure sulla Trilaterale, o sull'Aspen Instiitute. Ma che volete che siano degli innocui raduni in alberghi o chalet di lusso rispetto ai riti esoterici che centinaia tra le persone più potenti al mondo compiono incappucciati di fronte a un enorme gufo di pietra alto quasi 15 metri? Signore e signori: il Bohemian Club.

Immaginatevi Richard Nixon o Bill Clinton attorniati da generali, banchieri, scienziati (pare però che del club faccia parte anche Bono Vox...) vestiti in tuniche bianche che con una torcia in mano si danno ai sacrifici umani adorando il Grande Gufo e compiendo riti dai nomi inquietanti come "Cremazione dell'Intento". Bizzaro, no? Eppure è quello che molti pensano accada fin dalla fine dell'Ottocento in questo boschetto boemo (Bohemian Grove) nella contea californiana di Sonoma, 120 chilometri a nord di San Francisco. Il tutto ovviamente senza trascurare quello che è il punto fermo di ogni incontro tra potentissimi che si rispetti: decidere il destino della Terra all'insaputa dei suoi abitanti.

La tradizione vuole che ogni anno nelle due settimane centrali di luglio centinaia degli uomini (e solo uomini) più potenti al mondo si diano a feste sfrenate campeggiando in questo bosco di mille ettari di altissimi abeti rossi (di proprietà del club) prendendo nel frattempo decisioni che vanno dalla creazione del Manhattan Project, a chi dovrà diventare per primo presidente degli Stati Uniti tra Reagan e Nixon, fino alla corsa al riarmo degli U.S.A. decisa nel 1981. Fin qui, il genere di cose che si crede venga deciso anche in tutti gli altri consessi illuminato-massonici. Ma che c'entrano i riti esoterici e i sacrifici umani?

Il fatto è che tutto è ovviamente segretissimo: curiosi e giornalisti vengono tenuti alla larga dal bosco anche quando non si tiene la cerimonia. E la segretezza non ha fatto che aumentare a dismisura le teorie più assurde riguardo a quello che avviene in questo posto. Nel 2000 però l'ultracristiano conduttore radiofonico Alex Jones si è intrufolato nel Bohemian Grove riuscendo a riprendere parte della cerimonia e affermando di aver registrato Bush Jr mentre prende parte ai riti. "I got him on tape". In verità, no. Nel suo dvd di supersuccesso "Dark Secrets" si vede sì la cerimonia, ma chi vi stia partecipando non è possibile decifrarlo. Mentre qualcun altro si è occupato di smascherare Alex Jones e le sue pretese di aver scoperto chissà che oscuri segreti. Foto di Richard Nixon, Ronald Reagan e altri con i membri del club ci sono, ma non mentre si danno a riti orgiastici et similia.

Ok, ma quindi che combinano in questo bosco? Il Grande Gufo, o dio Moloch, esiste davvero. E' stato fotografato e ripreso, e lo stesso vale per la cerimonia nota come "Cremazione dell'Intento": davanti al Gufo un feticcio umano (ma siamo sicuri sia solo un feticcio?) viene cremato con un rito sacrificale officiato da sacerdoti che indossano mantelli da druidi. Ma perché mai dei megapotenti devono fare stupidaggini del genere? Ecco la versione di Alfredo Lissoni sul numero di maggio 2008 della rivista esoterica-cattolica "Il segno del soprannaturale".

Bohemian Grove si trova al centro di un territorio storicamente chiamato la "sacra Sonoma", un tempo abitato dai tenebrosi pellerossa Pomo, adoratori di una "Via della Morte", un percorso "sacro" ove si compivano i riti divinatori e di cremazione. Questo ed altri luoghi di Sonoma sono tuttora oggetto di grande interesse da parte di seguaci di riti satanici e neopagani, che attribuiscono al Bohemian Grove un singolare significato poiché credono sia posto all'incrocio di due "linee esoteriche" che collegano i principali siti sacri di Sonoma. Lungo questo percorso "magico" sarebbe possibile evocare forze demoniache ed energie sataniche potenti al punto da controllare l'intero pianeta.

E' chiaro quindi: il tutto serve a controllare l'intero pianeta. D'altra parte è questo lo scopo di ogni riunione tra Illuminati o simili che si rispetti: dominare il mondo, creare un governo mondiale ecc. ecc. Curiosamente, a dare una versione un po' più razionale della cosa è un'attivista del "Bohemian Grove Action Network", Mary Moore, che in un documentario pseudo-giornalistico e abbastanza brutto di History Channel dice: "Non me ne frega niente se fanno strane danze o fanno sesso l'uno con l'altro. Il problema è che in queste riunioni i potenti fanno politica senza che i cittadini possano sapere di che parlano. Questo è come un golf club, ma pieno di steroidi".

Nei golf club però non si sono mai visti gufi giganti, presidenti incappucciati, sacrifici più o meno umani e nessuno pensa che siano posti all'incrocio di due "linee esoteriche". E quindi?

E' probabile che in queste riunioni personaggi potenti se la spassino discutendo di quelli che sono i loro affari: politica, economia e finanza.

E' poco probabile che presidenti degli Stati Uniti & company si mettano ad adorare gufi e compiere riti esoterici se non in una sorta di versione adulta e un po' patetica delle confraternite dei college americani.

E' impossibile che Bill Clinton o Ronald Reagan si diano ai sacrifici umani e complottino per decidere l'instaurazione di un governo mondiale.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook