A piedi nudi
6 Giugno Giu 2012 1424 06 giugno 2012

“Giovani prendetevi la terra” incita Vandana Shiva.

E' drastica Vandana Shiva quando dice che bisogna tornare alla terra e alla sua cura. Anche se oggi è più difficile di ieri…..perchè essa fa gola "agli speculatori e ai palazzinari". Senza indugio, lei invita i giovani italiani a riprendersela …la terra". Ad occuparla…”come occupate le piazze delle città”.
Chi è Vandana Shiva? Io l'ho conosciuta quando ho scritto il mio libro sugli OGM. Conosciuto il suo pensiero, ovviamente .. anti OGM. La Shiva, fisica indiana, ecologista, scienziata e filosofa, è una delle più autorevoli voci mondiali in difesa della natura e della sua biodiversità.

La sua teoria è : “La terra sostiene la nostra vita sulla Terra, e la Terra non discrimina tra giovani e vecchi, ricchi e poveri, per lei tutti i figli sono uguali". Tutto qua? No...allora conosciamo meglio il suo pensiero attraverso una recente intervista pubblicata su Navdanya International.
La posizione della Shiva sulle multinazionali è abbastanza nota a chi si occupa di difesa dell’ambiente. “La più grande sfida che dobbiamo fronteggiare oggi è quello che ho chiamato la rapina dei nostri beni comuni da parte delle multinazionali" . Per la Shiva le multinazionali sono responsabili di aver tolto...in virtù della privatizzazione e brevettazione, la possibilità di poter utilizzare i semi in agricoltura, che considerati da sempre beni comuni e alla portata di tutti, ora invece risultano soggetti ai marchi delle aziende. Non finisce certo qua il suo j’accuse! Lei sostiene che l'uso massiccio delle monocolture, la coltura cioè di un solo prodotto, che in genere avviene nei Paesi sottosviluppati, pur garantendo rese agricole elevate, altera però gli equilibri del territorio e costringe ad usare dosi massicce di pesticidi, che a lungo andare provocano la sparizione di insetti utili come api e farfalle, indispensabili per l'impollinazione delle piante.
La Shiva critica anche la privatizzazione dell'acqua e il suo uso improprio. Questo bene prezioso, infatti, viene utilizzato, fino al suo esaurimento per la coltivazione della canna da zucchero e dell'eucalipto, non certo per dissetare la popolazione.
E' davvero una rivoluzionaria Vandana Shiva, talmente rivoluzionaria che nella sua intervista incita i giovani ad occupare la terra..."come occupate le piazze", dice. Perchè "mettere la terra nelle mani delle generazioni future è il primo passo!” Un dono al futuro dell’umanità....”visto il fallimento dei governi, nell’attuale sistema economico, nel prendersi cura dei bisogni della gente; la terra può prendersi cura dei nostri bisogni.... la comunità può prendersi cura dei nostri bisogni".


 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook