Da mamma a mamma: Take it Easybaby!
9 Giugno Giu 2012 1935 09 giugno 2012

Una giornata fra le mamme blogger, quelle vere…

Oggi per la prima volta mi sono sentita una blogger, è stata una sensazione esaltante, avevo perfino un cartellino con il mio nome.
Appena fuori Milano oggi c’è stato il Mammacheblog Social Family Day, un grande evento organizzato da Fattore Mamma per radunare le mamme blogger e dare loro la possibilità di presentare il proprio sito o offrendo laboratori di formazione per imparare a usare meglio un blog: come crearlo, svilupparlo e farlo crescere.
L’evento è stato concepito per accogliere anche i bambini e i papà, tutta la famiglia. Vicino alla sala dove si tenevano i MomTalk c’era una saletta attrezzata con brandine e cuscini per la nanna e l’allattamento dei più piccoli.
Animatori e Junior Club si occupavano dei bambini mentre le mamme partecipavano alle tavole rotonde a tema.
Reduce dal saggio di Leonardo che stamattina mi ha commosso - lacrime vere - interpretando magistralmente il ruolo di un piccolo ungherese canterino, sono arrivata tardi all’evento, solo nel primo pomeriggio e non in veste di blogger.
Avevo fissato lì un appuntamento con il direttore di un’importante testata per un nuovo programma a cui sto lavorando, ho avuto quindi modo di agire nell’ombra, una ninja blogger piena di vergogna e timidezza.
Come quando a scuola arrivavo tardi a lezione e non riuscivo a seguire bene il filo del discorso, appena arrivata, mi sono sentita un po’ persa.
Per me è tutto nuovo e mi sembrava che le altre si conoscessero già tutte.
Poi ho timidamente provato a fare qualche domanda alle altre e ho trovato sorrisi affettuosi ed entusiasmo. Ho scoperto in un attimo che tutte si parlavano non perché si conoscevano già ma perché avevano voglia di parlarsi, di condividere, di raccontarsi i loro progetti e i loro obiettivi. In mezzo a tutte queste mamme digitali si respirava finalmente elettricità e voglia di fare.
Blogger influenti, vere e proprie professioniste della rete, donne straordinarie che sono riuscite a fare di una passione un lavoro nuovo, cucito su misura sul loro essere donne e mamme. Qualche giorno fa ho scritto in un post che la famiglia allargata non esiste più e che ogni nucleo familiare può contare solamente sulle proprie forze, forse mi sbagliavo.
Oggi ho scoperto che le mamme blogger non sono mai sole (fanno di tutto per non esserlo e questo tanto basta), sono una rete nella rete, una potenza compatta e consapevole che fa di tutto per sviluppare costantemente le sue potenzialità dialogando anche con le aziende.
Chissà forse l’anno prossimo sarò anche io un po’ più blogger, per ora non mi resta che sperare di conoscere meglio questa bellissima famiglia allargata.
Volti sorridenti, donne appassionate, bambini che correvano sui prati, è stato bello per una volta vedere uno spicchio d’Italia rosa che funziona e che non si arrende. In questo devo dire le donne sono speciali, le mamme poi…che te lo dico a fare.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook