Fatti di Scienza
14 Giugno Giu 2012 1002 14 giugno 2012

Hacker, smanettoni e volontari: 48 ore di lavori di gruppo in aiuto delle popolazioni terremotate

Piccolo post di servizio di un evento di cui Linkiesta e i suoi blogger hanno già cominciato a parlare. Vale però sempre la pena di fare un richiamo.

Se avete competenze informatiche di tutti i tipi, di gestione di emergenze e crisi, ma anche se semplicemente volete dare un vostro contributo alle persone colpite dal terremoto dell'Emilia, potete partecipare all'Hackathon Terremoto che si terrà a Bologna il 16 e il 17 di giugno prossimi: 48 ore in cui informatici, sviluppatori e service designer si danno appuntamento per creare soluzioni tangibili a supporto di reali e contingenti esigenze delle popolazioni colpite dal sisma.

Per tutti i dettagli il sito è questo, mentre per seguire i lavori su Twitter, l'ashtag è #hackathonterremoto.

Mentre c'è in giro tanto sciacallaggio mediatico e pubblicitario (vedi questo articolo di Gianluca Diegoli), l'azione patrocinata dal Comune di Bologna è qualcosa di concreto: poche chiacchiere e lavoro. Ovviamente promosso dal basso. (marco boscolo)

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook