Beautips
19 Giugno Giu 2012 0909 19 giugno 2012

MDNA a San Siro: che Madonna!

MILANO (reportage). Mai visto uno spettacolo del genere. Già Madonna di per sé è un prodigio: sentirla cantare dal vivo è come sentire la sua fatica insieme a lei, salto dopo salto, piroetta dopo piroetta. Ma devo ammettere che se non fosse stato per la scenografia, i pannelli luminosi e lo storytelling dietro a ogni esibizione, sarebbe stato un ordinario concerto di una popstar. E tutti i 55mila fans presenti hanno apprezzato, anche se…


IL RITARDO - Come già era successo a Roma, Madonna non perde il vizio di fare aspettare i suoi fans. Martin Solveig ha salutato il pubblico alle 21 spaccate, lasciando intendere che da un momento all’altro sarebbe arrivata Lei, la Madonna per cui i presenti al concerto hanno sborsato dagli 80 (prato) ai 400 euro (1 rosso). Passano i minuti… niente. Una bambina di fianco a me quasi si addormenta. Sono le 21.30: bo. Ormai la scenografia del palco è montata, cosa aspettano? ore 21.50: ecco, i ballerini corrono lungo il bordo campo di San Siro per rifugiarsi subito dietro il palco. Inizia.

CHE MADONNA! – Sono le 21.56 quando si spengono le luci. E spegnendosi le luci, si accendono i flash fissi dei fans che, intrepidi, cominciano subito a girare video con smartphone e camere digitali: “cosi poi lo metto su facebook”. I primi a farsi vedere sul palco sono i ballerini vestiti da preti/vescovi; sullo sfondo la scenografia non lascia dubbi: siamo in una chiesa. E c’è anche un maxi contenitore di incenso che penzola per aria. Parte la musica, i ballerini cominciano a piroettare, e arriva lei. Il pannello scenografico si apre in due per lasciarla passare.


LE SCUSE – L’MDNA tour è stato fischiato a Dubai per la troppa sfrontatezza, e Madonna è stata pure criticata a Roma. Le accuse? Non solo è arrivata in ritardo, ma non si è nemmeno degnata di salutare i romani e dimostrare un minimo di affetto al pubblico che la segue da trent’anni. Così a Milano ha deciso di porre rimedio ai suoi errori passati. “Vorrei ringraziare tutti i miei fans italiani – ha detto la Ciccone tra una canzone e l’altra -. Vi amo, amo l’Italia, e mi scuso per non averlo detto a Roma. (bla bla bla). Questo 2012, segnato da tante disgrazie, sono convinta che sarà l’inizio di un risorgimento (gliel’ha suggerito Monti?). E comunque io penso che Italians Do It Better”. (Mmmm… okay).


QUALCHE SEGRETO MRS CICCONE? – Bellissima, statuaria, scolpita. Caspita, io metterei la firma col sangue per arrivare con il suo fisico a 50 anni e passa. Ma anche a 40. I complimenti vanno soprattutto alle braccia: muscolose. Madonna, a differenza del resto delle cinquantenni terrestri, non ha pelle molle sulle braccia. Come fa? Bhe si: yoga, massaggi, palestra. Ma la faccia, dove la mettiamo Mrs Ciccone? Eh sì, perché – fonti attendibili riferiscono – pare che lei abbia suggerito non inquadrare per nessun motivo il viso, e di riprenderla solo a figura intera o inquadratura americana. Che abbia qualche segretino da nascondere?

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook