Marco Fattorini
Million Dollar Play
22 Giugno Giu 2012 1305 22 giugno 2012

Il Gay Village invita Cassano e Marchisio

"Naturalmente attaccanti" recita lo slogan del Gay Village 2012, apertosi giovedì al parco del Ninfeo di Roma. Calzettoni azzurri, tacchi a spillo e pallone giallo su campo verde. Da una parte il mondo del calcio e dall'altra quello Lgbt nei loro rispettivi stereotipi. Non solo difesa dei diritti ma avanguardia e proposta, che al Gay Village si concretizzano in conferenze, rassegne teatrali, concerti, discoteca, presentazioni di libri e contaminazioni web.

La campagna pubblicitaria, geniale oltre che azzeccatissima, non poteva passare inosservata. I riferimenti alle dichiarazioni di Cassano e Di Natale, alla discesa in campo di Marchisio e alle polemiche di Cecchi Paone si sprecano. Eppure il richiamo è incredibilmente casuale, dato che immagini e slogan sono stati scelti negli ultimi tre mesi di organizzazione dell'evento. Poi è arrivato il ciclone Europei a mettere la ciliegina della lungimiranza sulla torta del "Naturalmente attaccanti".

"E fa un po' ridere - spiega Gianmarco Sandri, direttore creativo del Gay Village - perché anche Cassano è attaccante, casualmente". L'assist migliore lo ha comunque offerto Imma Battaglia, ideatrice della kermesse, che al Gay Village ha invitato "la coppia Cassano-Marchisio", ma solo dopo averli ringraziati. Marchisio "per le dichiarazioni a favore dei matrimoni gay" e Cassano "per il gol all'Irlanda". Uno a uno, palla al centro.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook