A piedi nudi
22 Giugno Giu 2012 1309 22 giugno 2012

Nell'orto dell'artista Fullone

Torniamo a curiosare nell'orto dell'artista milanese Fullone... dove, ve ne potrete rendere conto da soli... nulla è per caso!

Un orto-giardino pieno di colori, profumi, fiori, verdura, frutta e tanta, tanta voglia di sperimentare ( con successo aggiungo io.)

"Il mio giardino, racconta Fullone, è su tre livelli. Nel primo livello ci sono i ciliegi e la tartaruga e quindi l'erba non viene tagliata quasi mai, ma solo tenuta a bada.
Nel secondo livello è dove si vive di più, ed è più ordinato.
Nel terzo livello c' è l'orto e la gran parte degli alberi da frutto. I fiori sono dappertutto e molti e diversi i papaveri. Anche qui l'erba viene tenuta a bada e quindi non si taglia quasi mai. Ci sono anche tanti insetti. Da qualche anno vi volteggiano parecchie farfalle, forse perchè ho messo i fiori giusti".

Ci sono tre alberi di ciliegie in questo Eden: Samburst, Durone e Cornetta. Queste qui sotto sono le Samburst, le prime a maturare.

"Questo pero antico, che era nel giardino ancor prima di me, è vecchissimo e buono", racconta l'artista.

E poi ecco "le tre albicocchine dall'alberello in vaso fatto da seme. Non è tanto ma fa tenerezza..."

Cesare Fullone non finisce di sorprenderci: " Ed ecco le pesche precoci e questo è il ramo da me innestato su un albero che contiene tre varietà diverse".

Infine la rarità ..."l'asimina che con i suoi bellissimi frutti mi meraviglia sempre".

L'asimina? Mai sentita diranno in molti. E va bene. Per chi non la conoscesse l'asimina è un albero da frutto, meglio conosciuto come banano del nord. Ma i nativi americani la chiamano pawpaw o paw paw!

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook