Dischaunt
25 Giugno Giu 2012 1138 25 giugno 2012

Il DNA di Madonna e l'ossessione della celebrità

Sono i suoi fan, oppure è lei, Madonna, ad essere ossessionata dalla celebrità? Il dubbio viene, viste le bizze sempre più assurde della diva americana. L'ultima le batte tutte: miss Ciccone avrebbe paura che i suoi fan le rubino il DNA e, per evitare che accada, stipendia una "squadra di sterilizzazione" per cancellare ogni traccia di pelle, capelli o saliva lasciata dal suo passaggio. 

La cinquantatreenne, alle prese con l'ennesimo tour mondiale, non permette a nessuno l'ingresso nel backstage, ad eccezione dei componenti del suo entourage, circa 200 persone (tante, ma selezionatissime), e di lei stessa. Inoltre, una volta terminato l'allestimento del camerino, Madonna non permette a nessuno di guardarlo, né tantomeno di entrarci. 

Esiste un team specifico anche per la costruzione della dressing room: la cantante ha paura di trovarci dentro telecamere nascoste. Ma Madonna non ha solo richieste legate alla sicurezza: secondo fonti riportate dal Daily Mail, la Ciccone vorrebbe trovare in camerino mazzi di rose, di colore bianco e rosa con il gambo tagliato a quindici centimetri di lunghezza. 

Alvaro Ramos, promoter della cantante per le date portoghesi del tour, ha dichiarato al Mirror: "Dobbiamo fare estrema attenzione. Tutte queste precauzioni hanno lo scopo di proteggerla e di metterla a suo agio. Posso capirle, ma qui siamo arrivati all'estremo". 

Fred Allen, una volta, disse: "Una celebrità è una persona che lavora duramente per tutta la vita per il solo scopo di essere conosciuto, poi in un secondo momento indossa occhiali scuri per evitare di essere riconosciuto". Qual è il rapporto di MDNA (curioso gioco di parole, viste le circostanze) con la celebrità? Difficile dirlo.

Qualche risposta a riguardo può essere trovata nel bel documentario "Madonna: Truth or Dare", girato da Alek Keshishian. Risale al 1990 ma, almeno a giudicare dalle ultime notizie sulla diva americana, risulta quanto mai attuale.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook