Il Paparazzo
26 Giugno Giu 2012 2147 26 giugno 2012

Intervista a Cristian Marchi, il dj che fa beneficenza per i bambini

Il Paparazzo per una volta vuole raccontare una bella storia del mondo della notte. E' una storia italiana, lontana dai soliti buchi della serratura dove sono abituato a guardare. Parla di Cristian Marchi (wwww.cristianmarchi.com), da anni un protagonista della scena musicale, in Italia ed in giro per il mondo. I suoi dj set fanno ballare decine e decine di migliaia di persone ogni mese, ma vista l'esterofilia di noi italiani, spesso di giorno se ne parla poco. Chi invece di notte va a ballare non può non conoscere canzoni come "Love, Sex, American Express" o il nuovo singolo, "Have Some Fun", cantato da Pri-Yah ed uscito col progetto Execute. «Io ed il mio socio Paolo Sandrini siamo rimasti molto colpiti dal sound di questa canzone e l'abbiamo riadattata al sound della nostra etichetta, Violence Rec». Cristian, infatti, oltre che un dj, è anche un talent scout e spesso ama collaborare con colleghi, da Nari & Milani a Gianluca Motta. Il suo recente album - compilation «We Are Perfect», uscito, nello scorso dicembre ha raggiunto il numero uno su iTunes (Dance Albums) e rappresenta bene i vent'anni della sua carriera musicale. «Tra le canzoni del cd, ci sono molti brani che suono spesso ancora oggi. Uno dei più importanti per identificare il mio sound, probabilmente, è 'Disco Strobe', che fu cantato da Dot Comma. Spinge forte ancora adesso!«.

Come ti sei avvicinato al mondo delle discoteche?
Attraverso le radio. A soli 14 anni ho iniziato a preparare mixati per le radio della mia città Mantova ed in pochi mesi mi sono ritrovato anche in onda. Proprio mentre ero in onda, chiamò il gestore di un locale per avermi in console ad una sua serata… dissi subito di si, anche se in quel periodo erano gli orari. A 14 anni dovevo smettere di suonare già a mezzanotte!

Nei tuoi set usi al massimo la tecnologia, ma sembra sempre la musica sia più importante… e che tutta la sua performance sia pensata per chi balla...
Far ballare è lo scopo di ogni dj che si rispetti! Io che sono in console da tanti anni, non voglio certo fare uno show che mi gratifichi ma che poi sia lontano da ciò che la gente vuol sentire. In ogni set parto sempre e comunque dalle mie canzoni, ma il modo di proporle ogni volta è diverso. E poi passo ogni giorno un sacco di tempo su Beatport ad ascoltare le ultime novità!

Quanto conta l'immagine per un dj?
Più che l'immagine conta comunicare bene. Grazie ai social network, tra l'altro, si può comunicare senza perdere tempo e senza filtri. I miei video hanno milioni di visualizzazioni su You Tube, i miei fan su Facebook crescono sempre… E' importante seguire anche chi stima il tuo lavoro 'a distanza'. Chi mi ascolta live una sola volta l'anno, magari, può aver voglia di sapere quali sono le mie canzoni per quest'estate o dove suono…

A proposito, dove suoni quest'estate?
Tutto il calendario è disponibile sulla mia pagina Facebbok (facebook.com/cristianmarchiofficial). Tra le tante serate, segnalo quelle all'Altro Mondo Studios, dove suonerò il venerdì a partire dal 10 luglio, col … e poi i party a Mykonos, al Paradise. La prima serata è prevista per il 10 luglio. Ma gli appuntamenti più importanti sono i tre di Top Italian Dj's For Children. Insieme a tanti colleghi, suoneremo per aiutare i bambini meno fortunati. Il primo appuntamento è per il 27 luglio al Beach Club Versilia, il secondo per il 15 luglio al Coco Beach di Lonato (Bs), il terzo per il 17 agosto al Pineta di Milano Marittima. Si spendono 10 euro, che vanno tutti in beneficenza… ballare meglio di così è impossibile!

Come fa un artista come te, sempre impegnatissimo, a trovare tempo per fare beneficenza?
Perché fare del bene fa star bene anche chi lo fa, non solo le persone che aiutiamo… e sottolineo che non ci siamo solo noi artisti. E' un'idea di Alberto Gobbi, il mio manager, questa di Top Italian Dj's For Children, che è anche un'associazione benefica a cui danno il proprio contributo tante persone.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook