Ho qualcosa da dire…
3 Luglio Lug 2012 1514 03 luglio 2012

Anche le "donne con le palle " piangono!

Si, è vero: sono stata latitante! Qualche lettore- amico ce l’ho e mi spiace avervi trascurato!
Solo che, vacanze a parte, c’e’ stata l’Italia (a tale proposito ho comprato nell’ordine: maglia di Balotelli per me, per Matteo, per il suo papà, 2 bandieroni e 2 trombe di cui una dell’Italia e per me dell’Inter, sai mai che poi verrà riutilizzata?) e nessuno avrebbe letto nulla di non calcistico perché alla fine, vorremmo tutti essere un pò CT e abbiamo sempre qualcosa da dire, commentare o meglio contestare!
E poi, strano ma vero, ho ricominciato a lavorare e dopo una settimana ho avuto da fare parecchio.
La realtà però e’ che di base sono un po’ triste, lo ammetto: la vita della mamma single non e’ così divertente quando il “piccolo teppista” passa lunghi peridi con il suo papà: non e’ la prima volta che capita, ma quest’anno mi pesa di piu’, forse perché negli anni passati, non ero sola, diciamoci la verità!
Sono felicissima passino tanto tempo insieme: non fraintendetemi anzi,
il mio messaggio di oggi vuole essere rivolto a tutti i genitori separati nella mia situazione: si può esaurire un rapporto, ci si può lasciare e anche male, ma i figli devono sempre essere la priorità e il bene dei bambini e’ frequentare entrambe i genitori, se possibile al 50% e lui sta benissimo con tutti e due!
Già so, riceverò una pioggia di critiche: questi “poveri cuccioli” con la valigia, un po’ zingari, colpa di genitori che alla prima difficoltà mollano tutto e chi ci rimette sono solo loro.. Vero, in parte però : sicuramente non è la condizione da Mulino Bianco ( che e’ solo utopia) ma meglio di avere due sconosciuti in casa che si ignorano o peggio litigano e a volte anche violentemente.
Sta di fatto che per 15 giorni sono sola: Single, tornata alla vita “ un po’ piu’ notturna”, aperitivi, amici, amiche, qualche cena di lavoro.
Non e’ che la cosa mi dispiaccia ehhh, solo che stavolta sento di piu’ il vuoto," il teppista "e’ piu’ grandino, piu’ interattivo, mi manca la sua vocina gracchiante che mi chiama tutto il giorno, il suo bacino la mattina e mi manca anche quando litighiamo! E poi ha iniziato a cantare, ma non le sue canzoncine di bimbo, no..
David Guetta, canzoni dance in un improbabile inglese, ballando e battendo le mani: in questo e’ un po’ tamarro, come la mamma!
E domenica, dopo averlo “consegnato” al suo papà e visto partire tutto felice, beh, ho pianto e non ci trovo nulla di male! Ebbene si, anche le donne “con le palle” sanno piangere.

15 giorni passano in fretta: mi sono organizzata ogni sera, il frigo e’ vuoto , anzi pieno di acqua, birra, vino e yogurt e rimarrà così fino al 16 Luglio! Proverò a fare un po’ la single, magari mi piace pure…..

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook