Sebastiano Cutrupi
Prospettive
14 Luglio Lug 2012 1318 14 luglio 2012

Libertà, rivoluzione e confronto civile

Dalla presa della Bastiglia sono trascorsi oltre due secoli, molto altro tempo passò finché gli ideali di Libertà, Uguaglianza e Fratellanza si radicassero realmente nel paese, ma, a ragione, il 14 luglio del 1789 è da considerarsi la data di nascita della democrazia moderna.

Il processo di formazione degli stati democratici, come oggi li conosciamo, interessò inizialmente l'Europa e gli Stati Uniti d'America.
Ma non si possono certo dimenticare le altre parti del pianeta nelle quali si è combattuto e si continua a combattere per affermare i Diritti fondamentali dell'Uomo. Nel 2011 importanti passi in avanti si sono fatti, ma è drammaticamente triste continuare ad osservare interi popoli scontrarsi, lasciando tanti, troppi morti sul campo di battaglia.

Per il livello di civiltà raggiunta dovrebbe essere sufficiente l'articolato apparato diplomatico a risolvere le problematiche causa delle rivolte. Evidentemente, nonostante le nobili logiche che hanno portato alla costituzione dell'ONU, gli stati si ostinano a far prevalere interessi finanziari, e poco badano della violazione dei diritti civili, di cui si rendono complici.

Non bisogna dare per scontato che un mondo in pace, dove ognuno rispetti i propri doveri ed abbia riconosciuti i propri diritti, rappresenti per tutti un vantaggio, ma certamente la collettività ne trarrebbe consistenti benefici.

Lo sforzo necessario affinché avvenga il cambiamento auspicato dev'essere l'ostinata promozione del confronto, confronto civile, democratico, da porsi come valido risolutore dei conflitti, di qualunque entità essi siano.

Riconoscendo che la violenza genera altra violenza, e che dal 1789 le condizioni sono notevolmente mutate, quella del confronto è l'unica via percorribile per l'efficace risoluzione delle difficoltà dei popoli.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook