David Bidussa
Storia Minima
21 Luglio Lug 2012 0725 21 luglio 2012

La gerarchia dei morti nelle teste dei vivi

Moshe Silman, 57 anni, l’attivista che si era dato fuoco la settimana scorsa di fronte alle telecamere durante una manifestazione a Tel Aviv, è morto ieri mattina in seguito alle gravi ustioni riportate.
Se quel gesto e quella decisione erano stati dettati dall’intenzione di porre all’attenzione di molti una condizione disperata, non solo sua, allora bisogna dire che quel suo atto non ha avuto l’effetto desiderato. La sua morte non ha fatto notizia. Altri morti incombevano.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook